Pubblicità

Norvegese delle Foreste, una piccola lince in casa

di Giulia Settimo

Il Norvegese delle Foreste è il gatto dei boschi, grande cacciatore e compagno di navigazione degli antichi Vichinghi che gli affidavano la difesa delle vettovaglie dai topi. Poi ha imparato ad apprezzare la compagnia degli uomini e i comfort della vita domestica

Per gli abitanti del Nord Europa, lo Skogatt (da Skaukatt: gatto dei boschi), erede del mitico gatto-lince, è il felino che si può incontrare nella foresta, ma che 4.000 anni fa abbandonò spontaneamente la vita selvaggia, lasciandosi addomesticare. Risultato dell’evoluzione in condizioni di sopravvivenza particolarmente difficili – pioggia, neve, vento gelido, temperature che possono scendere a 30 o 40 gradi sottozero – il Norvegese delle Foreste è un vero prodigio della natura: il suo corpo, robusto e muscoloso, ben protetto da una folta pelliccia, può affrontare qualsiasi sfida.

Pubblicità

La mole imponente lo aiuta a sopravvivere al freddo intenso, tenendo ben riparati gli organi interni. Le zampe agili e potenti gli consentono di correre veloce, anche nella neve, mentre le unghie robustissime gli permettono di arrampicarsi in alto sugli alberi…

Articolo pubblicato su Quattro Zampe marzo 2021

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Coccole sì, ma non troppe

I gatti sono imprevedibili, sornioni, coccoloni, imper...

7 modi per dirti ti amo

Molti ancora non ci credono eppure non c’è alcuna ombra...

Fa la pipì sul divano

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

Quattro Zampe su Instagram