Pubblicità

Livigno: la convivenza tra sei cani e un bambino finisce nella sporcizia

di Claudia Ferronato

Avete presente Nana, il cane che fa da babysitter ai bimbi in Peter Pan? Alle volte, purtroppo, la realtà supera, e nel modo peggiore, la fantasia e la favola di J.M. Berry è lontana anni luce da quanto riporta la cronaca, in questi giorni.

Pubblicità

Succede che una coppia di Livigno, assente tutto il giorno per lavoro, abbandoni in casa il figlio di cinque anni insieme a sei Bovari del Bernese e tutti, bimbo e cani, vivano in condizioni estreme, tra gli escrementi.

Sembra quasi impossibile che, nell’agiata Livigno, stazione sciistica frequentata e candidata alle Olimpiadi invernali con la Lombardia, possano succedere fatti di questo genere.

I genitori, entrambi italiani e quarantenni, titolari di un negozio di ottica in centro, lasciavano il bambino chiuso in casa tutto il giorno insieme ai cani di grossa taglia.

Ovunque, nella villetta, le condizioni igieniche erano pessime: sporcizia, peli e deiezioni sono stati rinvenuti anche nell’angolo in cui trovava posto la camera da letto del piccino, sia tra i giochi che nel lettino. Anche la cucina, le terrazze e il giardino erano nella medesima pessima situazione.

Questo è il quadro devastante apparso ai carabinieri forestali di Bormio e ai medici del Dipartimento veterinario dell’Ats della Montagna. Durante il sopralluogo, hanno portato alla luce una situazione igienico sanitaria che pareva appartenere più a una realtà di emarginazione che a una blasonata località turistica.

Del caso, ora, si sta occupando la Procura per i minorenni di Milano: il bambino, che non frequentava l’asilo, è stato affidato ai servizi sociali e i genitori rischiano la patria potestà, mentre l’abitazione è stata dichiarata inagibile e fatta sgomberare con urgenza.

Crescere con un cane, per un bambino, è una grande opportunità, perché il contatto con gli animali lo arricchisce e gli trasmette maggior senso di responsabilità e accresce in lui l’empatia.

È fondamentale però la presenza dei genitori, per fare in modo che questo legame diventi forte e importante e si evitino fraintendimenti tra “cucciolo d’uomo” e cane.

In questo fatto di cronaca invece, non c’è stato alcun rispetto né per il bambino né per i cani, lasciati tutti abbandonati a loro stessi, con il pericolo che, oltre alla situazione invivibile, si verificassero pericolosi incidenti dovuti, per esempio, allo spazio limitato, alle dinamiche del branco oppure alla gestione del cibo.

Approfondimenti:

Lavori tutto il giorno e ti dispiace lasciare il tuo cane solo a casa? Leggi Lasciare il cane solo: consigli per rendere la separazione meno traumatica

Nella tua vita è entrato da poco un cucciolo? Leggi Come insegnare al cane a fare i bisogni fuori

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €

Partner

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Quattro Zampe su Instagram