Pubblicità

Camilla Magni: creazioni d’amore

di Maria Paola Gianni

Quando il disegno racconta la realtà animale. In tutta la sua freschezza, purezza e semplicità. Tutte opere fatte a mano da Camilla Magni, meglio conosciuta come camillaAcolori, storica dell’arte e illustratrice, legatissima al suo gatto Eddievedder.

Sono un’illustratrice che vive nel suo tempo: offro chiarezza, semplicità, naturalezza, ironia e soprattutto spontaneità”.

Camilla Magni, storica dell’arte, di Milano, disegna animali da sempre e vive con un gatto dolcissimo di nome Eddievedder.Camilla-Magni2

Orgogliosa di saper riprodurre a mano libera qualsiasi aspetto della realtà, disegno su carta gustandomi proprio il momento creativo del tratto di matita sul foglio”, continua l’artista che, non a caso, si avvale di scanner e pc solo come meri strumenti di archiviazione e comunicazione.

Usa qualsiasi tecnica, dagli acrilici con e senza aerografo, agli acquarelli. Ma in questo ultimo periodo predilige l’immediatezza, la freschezza e la resa che mi offrono i Pantoni (grossi pennarelli con più punte), e tutti gli speciali markers in commercio, in combinazione con la china o semplicemente la matita”.

Intervista a Camilla Magni

Le opere di Camilla Magni, dunque, sono caratterizzate da immagini fresche, dirette e semplici, ma invitano all’osservazione, piuttosto che a una semplice occhiata veloce. Ma leggiamo direttamente dalle sue risposte in cosa consistono le sue creazioni.

Camilla, da quanto tempo disegna?

Da sempre, da quando ho memoria. La mia mamma mi ha dato da subito matite e pennarelli e non ho più smesso. È stato, quindi, naturale trasformare le mie abilità e la mia passione in un lavoro, non sempre facile, ma molto appagante e divertente.

Quali sono i suoi soggetti più ricorrenti?

Ho sempre disegnato di tutto. Qualsiasi cosa per me è fonte di ispirazione. Vivo costantemente alla ricerca del bello e poi lo traduco alla mia maniera, con matite e colori. Recentemente mi capita di disegnare più spesso bambini e animali, soggetti puri, belli e sinceri, grazie anche a contatti e frequentazioni con veterinari ed educatori cinofili.

Camilla-Magni3I suoi soggetti preferiti?

Disegno sia cani che gatti, dipende dalle richieste che mi vengono fatte. Per piacere personale adoro disegnare cani, ho un debole sfrenato per i Setter, e amo molto ritrarre il mio gatto Eddievedder, mio top model personale sempre a disposizione, quotidianamente “sfruttato” quando devo “scaldare la mano” prima di iniziare a lavorare.

Si definisce un’artista?

Definire un artista non è sempre semplice, è il risultato di tanti accadimenti che lo hanno sfiorato nella sua vita cosciente, è il costruirsi dei piaceri, dei desideri, dei dolori, delle tristezze e delle sue allegrie. I messaggi di un artista partono da lontano, da piccole sensazioni che si articolano inaspettatamente in un colore, in una texture.

L’artista è nel suo tempo, lo capisce, lo vive e soprattutto lo anticipa. Io sono così. Nei miei lavori si trovano i profumi di un’infanzia serena, ma anche le delusioni di un’adulta.

I miei temi ricorrenti evidenziano scelte molto precise, non sono in fuga dalla realtà. La mia produzione, che può sembrare così facile e scontata, nasconde un contrasto tra la semplificazione istintiva del disegno e la ricchezza dei dettagli, tra distacco da tutto e forte empatia.

Camilla-Magni4Nelle mie immagini non ci sono né le deformazioni che incantano i non addetti, né gli andamenti scomposti di una disperata ricerca di qualche originalità, e neanche i colori sguaiati di chi deve farsi notare.

Non sono interessata ad adeguarmi al mercato che chiede stupore e scosse di adrenalina oltre ogni fantasia ba- rocca vestita di modernità. Disegno, trovo sempre la poesia del bambino che c’è in noi e regalo sorrisi.

Gli animali ci sono sempre stati nella sua vita?

Certo. Ho avuto la grande fortuna di crescere con un animale al mio fianco, sin da piccola. Ho avuto due gatti, Van Gogh e Ben, e un cane, la mia Giuditta, uno splendido Setter inglese che mi ha lasciato dopo sedici anni, determinando un vuoto enorme, incolmabile, in famiglia, dentro di me e dentro la mia casa. Ogni perdita è un grandissimo dolore, ma quanti meravigliosi momenti insieme e splendidi ricordi…

E ora?

Una casa senza un animale è una casa vuota e triste. Ecco perché da quattro anni condivido le mie giornate con Eddievedder, un micio simpatico, socievolissimo e molto vivace.

Da qualche tempo, però, sento sempre più forte l’esigenza e la voglia di avere un altro cane. Ne ho così bisogno che non mi dissuade neanche l’idea delle passeggiate notturne in inverno o sotto scroscianti Camilla Magnitemporali. Bisogna vedere, però, cosa ne pensa Eddie, re indiscusso della casa e di tutte le mie attenzioni.

Con tutti i miei cuccioli è stato amore a prima vista, un colpo di fulmine ogni volta: ci siamo scelti.

Non è detto che a breve non vada in un canile o presso qualche associazione e che l’amore scoppi un’altra volta facendomi tornare a casa felice, più ricca, con un nuovo cagnolino tra le braccia.

È pieno, purtroppo, di cani e gatti che hanno bisogno di amore e serenità (sono sommersa ogni giorno da messaggi, mail e immagini strazianti) e spero presto di poter strapparne almeno uno ad una vita di sofferenze dentro a una gabbia.

Condividere la vita con un animale, cane o gatto, arricchisce, aiuta, migliora l’esistenza: è uno scambio continuo di reciproci benefici. Considero l’animale domestico un membro della famiglia a tutti gli effetti.

Realizza anche opere su commissione?

Certo. Ultimamente mi sono stati richiesti molti ritratti di amici a quattro zampe, di bimbi e quadretti di famiglia per celebrare momenti speciali, come regali, sorprese o anche più semplicemente per abbellire le pareti di casa. Come camillAcolori ho da poco aperto online uno shop su Etsy dove si possono acquistare alcuni dei miei lavori, oppure richiedere illustrazioni personalizzate per qualsiasi necessità o ricorrenza.

Camilla-Magni5Ma è sufficiente anche scrivermi via mail inviando alcune immagini del proprio animale, affinché io possa “studiarlo” e reinterpretarlo con i miei colori, realizzando così un’opera esclusiva per il committente.

Sono presente sia su Facebook che su Instagram, dove settimanalmente posto illustrazioni e dove sono segnalati i link per contattarmi.

Quanto costa una sua opera?

Variano a seconda della complessità, dunque, dalle ore dedicate al lavoro, e dalle dimensioni dell’opera stessa (che viene fatta stampare su un particolare supporto che non richiede cornici, in modo da risaltare al meglio e da potersi integrare perfettamente con qualsiasi tipo di ambiente e arredamento). Sono illustrazioni personalizzate realizzate a mano e successivamente stampate. Indicativamente i prezzi partono da 100 euro, iva inclusa.

 

 

 

di Maria Paola Gianni
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €

Partner

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Quattro Zampe su Instagram