Pubblicità

Alimenti tossici e dannosi per cani e gatti

di Redazione Quattro Zampe

Cani e gatti vivono con noi e condividono sempre di più i nostri spazi. Capita così che magari diamo loro qualche bocconcino in più, pensando di gratificarli. Attenzione, però, perché tante sostanze che noi possiamo assumere sono, invece, pericolose per Fido e Micio. Conosciamole meglio nel dettaglio.

Pubblicità

L’apparato digerente di Fido e Micio è molto differente dal nostro e quindi molti cibi che per noi non rappresentano alcun pericolo, per i nostri amici a quattro zampe possono presentare parecchie insidie e problemi molto gravi per la loro salute. L’eccezione una volta ogni tanto non è dannosa, ma dobbiamo essere ben consapevoli di quello che diamo ai nostri amici a quattro zampe. Alcuni alimenti per loro sono tossici e se somministrati per un tempo prolungato a dosi elevate possono essere addirittura letali. È importante ricordare, poi, che anche solo un cambio repentino di dieta potrebbe causare loro dei problemi gastrointestinali più o meno gravi, oppure provocare coliti o infiammazioni del pancreas più o meno acute. Per sapere se un alimento è salutare o dannoso è possibile consultare il sito dell’Aspca (American Society for the prevention of Cruelty to Animal), che fornisce un elenco completo di sostanze alimentari, tossiche e nocive per cani e gatti.

Che differenza c’è tra tossico e dannoso?

Prima di tutto cerchiamo di capire esattamente la differenza tra “dannoso” e “tossico”. Con il termine “dannoso”, vengono identificate tutte quelle sostanze o preparazioni che, per inalazione, ingestione o assorbimento cutaneo, possono implicare rischi per la salute, di gravità variabile e raramente la morte. Con il termine “tossico”, invece, vengono identificate le sostanze o preparazioni (comprese le sostanze e i preparati molto tossici) che, per inalazione, ingestione o penetrazione cutanea, possono comportare rischi per la salute gravi, acuti o cronici e nei casi più gravi, anche la morte. Gli alimenti tossici possono causare delle lesioni anatomiche o funzionali e dei disturbi reversibili o irreversibili dei normali processi fisiologici. Gli effetti di queste sostanze possono essere generali o localizzati, in base alle proprietà chimiche e fisiche delle sostanze, al tempo di esposizione, alla dose assorbita e alle modalità di introduzione nell’organismo.

Cipolla e aglio sono davvero pericolosi?

La cipolla contiene il disolfuro di n-propile, così come il cavolo e, in minor quantità, anche l’aglio. Cani e gatti non possiedono gli enzimi necessari alla digestione di questi composti e la loro ingestione può determinare un’anemia emolitica, che può risultare talvolta fatale. La tossicità di questi alimenti è dovuta alla presenza al loro interno di alte concentrazione di composti solforati, che risultano tanto più elevate quanto maggiore è la presenza di solfuri nei terreni in cui vengono coltivate. Tali composti solforati, una volta introdotti nell’organismo, vengono idrolizzati in tiosolfati, i quali, a loro volta, si scindono per formare disolfuri: quest’ultimi sono potenti agenti ossidanti, in grado di causare emolisi degli eritrociti.

CIPOLLA E AGLIO

  • Categoria: verdura
  • Effetto: medio termine
  • Gravità: ****
  • Tossicità: bassa
  • Molecole tossiche: n-propil disulfide

Germogli di patata: qual è la loro componente tossica?

I germogli di patata, contengono una tossina chiamata “solanina” che i cani e i gatti, a differenza degli esseri umani, non metabolizzano e che porta danni a carico dell’apparato digerente, tachicardia, tremori affanno e irrequietezza. La solanina, una volta ingerita, viene assorbita per via intestinale e va a interferire con la trasmissione dell’impulso del sistema nervoso parasimpatico: impedisce che i neurotrasmettitori si stacchino dal muscolo che innervano, che rimarrà quindi costantemente stimolato. La cottura di questi alimenti va ad inattivare gli eventuali residui. Il livello di tossicità di queste piante dipende soprattutto dalla composizione del terreno, dalla temperatura e dal grado di umidità in cui sono cresciuti.

GERMOGLI DI PATATA

  • Categoria: verdura
  • Effetto: breve termine
  • Gravità: ***
  • Tossicità: media
  • Molecole tossiche: solanina

I pomodori sono tossici o dannosi?

Il pomodoro è una pianta solanacea che contiene, come le melanzane, minore quantità di solanina e più sono maturi e meno ne contengono. La tossina presente nei pomodori è la tomatina che, una volta ingerita, arriva al tratto intestinale, dove si mostra molto irritante. Se venisse assorbita, questa sostanza potrebbe avere effetti tossici stimolando il sistema nervoso parasimpatico, perché impedisce che i neurotrasmettitori si stacchino dal posto che vanno a occupare e, in pratica, lo stimolo nervoso non si interrompe mai, è continuo.

POMODORI

  • Categoria: verdura
  • Effetto: breve termine
  • Gravità: ***
  • Tossicità: alta
  • Molecole tossiche: tomatina

Quale frutta è da evitare?

Per quanto riguarda la frutta, bisogna stare attenti all’avocado, all’uva e all’uva passa. Le foglie, il frutto e i semi di Avocado contengono un principio tossico chiamato “persin” che è una tossina fungicida in grado di causare problemi digestivi e respiratori. In realtà, la tossicità per i cani e i gatti è molto inferiore rispetto a quella riportata in altri animali come bovini, cavalli e soprattutto uccelli, in quanto sembra che la persina non venga assorbita nel cane e nel gatto. Per quanto riguarda l’uva e l’uva passa, anche se ancora non è stato determinato qual è il componente tossico responsabile, questi due alimenti possono provocare danni renali anche molto gravi e in caso di elevate assunzioni possono essere letali.

AVOCADO

  • Categoria: frutta
  • Effetto: breve termine
  • Gravità: **
  • Tossicità: bassa
  • Molecole tossiche: persina

UVA E UVA PASSA

  • Categoria: frutta
  • Effetto: breve termine
  • Gravità: ****
  • Tossicità: bassa
  • Molecole tossiche: sconosciute

Le noci di macadamia si possono dare?

Sono frutti di un albero, la Macadamia, che cresce in varie parti del mondo tra cui l’Australia e il Madagascar. Ad oggi, la ricerca non ha ancora stabilito quale sia il principio attivo che causa i sintomi da ingestione della Noce di Macadamia, principio tossico per il cane e il gatto, ma non per l’uomo che, anzi, trae benefici da questo alimento, data la grande quantità di acidi insaturi che contiene. Il meccanismo tossico non è chiaro, ma si presume che abbia qualche effetto sul sistema nervoso e che venga metabolizzato dal fegato per poi essere eliminato.

NOCI DI MACADAMIA

  • Categoria: frutta
  • Effetto: breve termine
  • Gravità: ***
  • Tossicità: bassa
  • Molecole tossiche: sconosciute

Cosa succede se Fido e Micio mangiano i noccioli della frutta?

Ciliege, susine, pesche, albicocche, botanicamente le drupe, hanno al loro interno un nocciolo che, oltre a essere pericoloso in sé, è pericoloso per quello che contiene. Quando il nocciolo si rompe e viene quindi digerito dall’animale libererà amigdalina, che all’interno dell’intestino può essere modificata dai batteri intestinali andando così a formare il cianuro, velenoso anche a dosi molto basse e in grado di impedire alle cellule di utilizzare l’ossigeno per produrre energia. Una volta rimossi il seme o il nocciolo, i frutti possono essere consumati tranquillamente, dato che sono innocui.

NOCCIOLI DELLA FRUTTA

  • Categoria: frutta
  • Effetto: breve termine
  • Gravità: ****
  • Tossicità: bassa
  • Molecole tossiche: amigdalina

Che effetto ha il cioccolato sull’organismo?

Il cioccolato contiene un composto, la teobromina, un alcaloide vegetale presente nelle piante di cacao e nei suoi derivati, appartenente alla famiglia della Metilxantina. È una sostanza che non può venire metabolizzata dal cane e dal gatto, a differenza dell’uomo che riesce a metabolizzarla, e quindi si accumula nell’organismo causando gravi effetti. Svolge azione eccitante del sistema nervoso centrale e cardiocircolatorio, ma possiede anche effetti vasodilatatori e diuretici. L’entità del quadro tossico è direttamente proporzionale alla dose ingerita. In generale, più è dolce la cioccolata, minore sarà la quantità di metilxantina presente. Ad esempio, il cioccolato al latte contiene circa 140-173mg/100g di metilxantina, mentre quello fondente ne contiene 1198-1232 mg /100g.

CIOCCOLATO

  • Categoria: dolci
  • Effetto: breve termine
  • Gravità: ***
  • Tossicità: media
  • Molecole tossiche: teobromina

Quali effetti hanno l’alcool e l’uovo crudo su Fido e Micio?

L’alcool contenuto in bevande come il vino può intossicare i cani e i gatti, in quanto sono molto più sensibili dell’uomo all’etanolo (o alcol etilico) non possedendo gli enzimi adatti per metabolizzare questa sostanza. L’etanolo viene assorbito a livello gastrico e intestinale, quindi entra nel sangue e da qui raggiungerà il sistema nervoso centrale, entrando in competizione con i neurotrasmettitori, le sostanze che conducono l’impulso nervoso. L’uovo, invece, è pericoloso se si somministra l’albume crudo perché contiene un principio denominato avidina che non consente il normale assorbimento della biotina, vitamina responsabile della crescita del pelo, determinando in questo modo l’insorgenza di una carenza di tale principio. La cottura delle uova inattiva questo enzima.

ALCOOL

  • Categoria: bevande
  • Effetto: breve termine
  • Gravità: ****
  • Tossicità: bassa
  • Molecole tossiche: etanolo

UOVO CRUDO

  • Categoria: –
  • Effetto: medio termine
  • Gravità: **
  • Tossicità: media
  • Molecole tossiche: avidina

Lo xilitolo è dannoso?

Lo xilitolo è un tipo di dolcificante chiamato anche “zucchero del legno”, estratto dalle fragole, betulle, lamponi, prugne e grano ed è altamente tossico per cani e gatti. Il consumo di questa sostanza, anche in piccolissime quantità, stimola il pancreas e la secrezione di insulina, causando un repentino abbassamento dei livelli di zucchero nel sangue. Dopo l’ingestione, le cellule del corpo dell’animale cominciano ad attingere il glucosio dal torrente sanguigno e ciò conduce a una condizione di ipoglicemia (un abbassamento improvviso del livello di glucosio nel sangue). Inoltre, lo xilitolo è molto difficile da metabolizzare per l’organismo, in particolare per il fegato, che è messo sotto forte stress.

XILITOLO

  • Categoria: caramelle
  • Effetto: breve termine
  • Gravità: ****
  • Tossicità: bassa
  • Molecole tossiche: xilitolo 

http://nut.entecra.it/files/download/linee_guida/lineeguida_10.pdf

di Valentina Maggio
Medico veterinario, Nutrizionista cane e gatto e Istruttore cinofilo

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €

Partner

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Quattro Zampe su Instagram