Pubblicità

Il fumo fa male anche a loro

di Maria Paola Gianni

Il fumo fa male

I nostri beniamini vogliono sempre e solo stare con noi, a volte a livelli quasi morbosi. E se hanno la sfortuna di amare un fumatore, devono fare i conti con la sensibilità della persona che hanno accanto. Paradossalmente proprio i nostri conviventi a “quattro zampe” sono i più a rischio. Non solo perché la voglia di stare accanto o in braccio a noi vince sul fastidio del fumo passivo.

Ma anche perché proprio loro sono maggiormente a contatto con le superfici dove si depositano i residui tossici. E restano in casa più di noi. Su tutto ciò non esiste una vera e propria consapevolezza, né tantomeno una campagna di informazione.

A Milano campagna di sensilizzazione

Il fumo fa maleÈ per questo motivo che l’Ordine dei medici veterinari ha lanciato a Milano una campagna informativa con lo slogan “Il fumo uccide anche loro”, con tanto di distribuzione di manifesti e materiale informativo nelle strutture veterinarie della capitale lombarda. L’intento è quello di sensibilizzare i fumatori a smettere e, nel contempo, di far conoscere rischi e danni che l’odioso vizio arreca all’uomo, all’ambiente e ai nostri amati animali. Per dirla in breve, dà un motivo in più per smettere di fumare, salvaguardando la salute dell’intero pianeta.

La campagna è patrocinata dal Comune di Milano, dalla Fnovi (Federazione nazionale ordini veterinari italiani) e dall’Alcase (Associazione per lo studio e la ricerca clinica per il cancro al polmone).

“Il grado di civiltà di una comunità si misura anche da quanto sa prendersi cura degli animali”, commenta l’assessore alla Qualità della vita del Comune di Milano Chiara Bisconti, sottolineando come ci sia la volontà “che gli animali abbiano i diritti di tutti gli esseri senzienti”.

A snocciolare interessantissimi dati sui rischi per gli animali d’affezione sono il presidente dell’ordine dei veterinari milanesi Carla Bernasconi e il vicepresidente Laura Torriani.

Il fumo fa maleInalazione, contatto diretto e mozziconi

Le maggiori cause di patologie legate al fumo passivo sono l’inalazione e il contatto diretto con i residui ambientali. Principale inquinante dei luoghi chiusi, il fumo passivo ha un’elevata concentrazione di sostanze cancerogene che si deposita su suolo, mobili, tessuti e pelo degli animali.

Altro pericolo: l’ingestione di mozziconi. La nicotina assunta per via orale è un veleno neurotossico.

Soprattutto i cani, attirati dalla saliva umana, ne ingerisco no una quantità potenzialmente letale.

Fumo: i cancerogeni irritanti

Basti pensare che il fumo inalato attivamente o passivamente da una sigaretta contiene oltre 4.000 molecole, alcune delle quali sicuramente dannose per l’organismo umano. Molti composti sono attivi biologicamente con modalità diverse, perché tali cancerogeni sono irritanti e interagiscono con i nutrienti assunti. Le sostanze nocive del fumo possono ledere direttamente l’apparato respiratorio e agire contestualmente anche sull’intero organismo. Le stesse sono soprattutto prodotte dalla combustione incompleta di tabacco e carta e vengono volatilizzate per l’elevata temperatura.

Il fumo fa maleI danni del fumo

I danni provocati dal fumo sono suddivisibili in tre categorie: i danni primari (subiti da chi fuma), i danni secondari del fumo passivo (subiti da chi è presente quando qualcuno fuma) e i danni terziari (legati alle sostante ambientali residue lasciate dal fumo). I terziari sono quelli che colpiscono maggiormente gli animali domestici, perché passano più tempo in casa dei proprietari e sono più esposti al contatto diretto con i residui gassosi e particolati che si depositano nell’ambiente e sul pelo.

I rischi del fumo passivo per i nostri animali”, spiega il vicepresidente dell’ordine dei veterinari di milanesi, Laura Torriani, “sono legati ai danni diretti sulle vie respiratorie, quindi maggiore incidenza di patologie respiratorie croniche, riniti, bronchiti, ma anche purtroppo a una maggiore frequenza di patologie neoplastiche nasali o polmonari rispetto agli animali che vivono in ambienti ‘smoke-free’. Nel gatto, poi, a causa dell’abitudine a leccarsi e ripulirsi il pelo costantemente, detto ‘grooming’, anche neoplasie orali come il carcinoma squamocellulare o i linfomi generalizzati”.

Intossicazione da nicotina

Ma ce n’è anche per Fido: come continua Torriani, “soprattutto nel cane esiste il rischio di ingestione di mozziconi che a causa dell’elevato contenuto di nicotina possono determinare vere e proprie intossicazioni”.

L’intossicazione da nicotina può causare eccessiva salivazione, eccitazione, tremori, vomito, mancanza di coordinamento, debolezza, convulsioni e insufficienza respiratoria. L’avvelenamento diretto proviene dal mozzicone di sigaretta che contiene da 4 a 8 mg di nicotina. La dose tossica nel cane e nel gatto è di circa 1-2 mg/kg, quella potenzialmente letale si aggira attorno ai 10 mg/kg.

Proteggere se stessi e gli altri

Il comportamento più saggio, consigliano dall’ordine, sarebbe proteggere anche se stessi, smettendo del tutto di fumare. Ma se proprio non si riesce a interrompere la dipendenza, si suggerisce di non fumare in ambienti chiusi, arieggiare le stanze, svuotare i posacenere, lavarsi le mani dopo aver fumato e prima di toccare l’animale.

Vuoi saperne di più?

Abbiamo dedicato a questo tema un ampio articolo pubblicato sul numero di gennaio del nostro giornale. Se te lo sei perso, puoi recuperarlo scaricando la App e leggendolo sul giornale digitale, basta andare a questo collegamento.

 

 

 

 

A cura di Maria Paola Gianni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

Fa la pipì sul divano

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Hotel Marina

L’Hotel Marina è il primo hotel certificato FCC Welcom...

Quattro Zampe su Instagram