Sterilizzare cani e gatti: i benefici

di Redazione Quattro Zampe

Sterilizzare cani e gatti

Sterilizzare cani e gatti di famiglia è una scelta da considerare, ecco un approfondimento per saperne di più e scegliere in maniera adeguata.

I cani e i gatti possono ormai fregiarsi, a pieno diritto, del titolo di animali familiari e come tali essere considerati, in tutto e per tutto, membri del nucleo umano in cui vivono.

La convivenza con essi, talvolta la loro gestione domestica, abbondano ancora di luoghi comuni, frutto della tradizione popolare e spesso assolutamente privi di fondamento scientifico.

Molti proprietari sono convinti che cagne e gatte debbano, per la loro buona salute psicofisica, diventare madri almeno una volta nella vita, senza però pensare a quali effetti potrebbero verificarsi, se davvero quest’idea venisse sistematicamente messa in pratica.

Ci si trova spesso di fronte al dubbio di chi possiede un amico peloso, sia maschio che femmina, se sia assolutamente necessario farlo sterilizzare.

I motivi che ci possono indurre a scegliere di rendere il proprio animale non adatto alla riproduzione sono molteplici e cercheremo di analizzare tutti gli aspetti e di capire quali siano i “pro” e i “contro” di questa scelta.

Cos’è la sterilizzazione?

Con il termine sterilizzazione nel cane si intendono tutte quelle procedure chirurgiche che servono a non rendere più fecondo l’animale, pur lasciando intatte le gonadi sia della femmina che del maschio. In pratica, il maschio e la femmina possono accoppiarsi senza il rischio di una gravidanza.

Quando si parla di castrazione, invece, si intende l’asportazione delle gonadi sia maschili che femminili (testicoli nel maschio, tube e utero nella femmina).

Nella femmina si parla di Ovarioectomia che consiste nell’asportazione delle ovaie o Ovarioisterectomia, cioè l’asportazione sia dell’utero che delle ovaie.

Nel maschio, invece, si parla di Orchiectomia (o castrazione) e consiste nell’asportazione chirurgica dei testicoli.

Un po’ di fisiologia

Le ovaie e i testicoli sono la fonte principale di produzione degli ormoni sessuali.

Nel maschio si verifica un’importante produzione di testosterone da parte di alcune cellule specializzate dei testicoli.

Sterilizzare cani e gattiIl testosterone può determinare, a volte, anche il carattere aggressivo o dominante del maschio.

Nella femmina, invece, si verifica una diversa produzione di ormoni (estrogeni, progesterone) che variano in base alla fase del ciclo in cui si trova l’animale.

Le gonadi non producono soltanto ormoni, ma sono deputate anche alla produzione di cellule per la riproduzione, che sono gli spermatozoi e gli ovuli. La loro funzione è controllata dagli ormoni che vengono prodotti da una ghiandola situata alla base del cervello detta ipotalamo, la cui funzione è regolata dalla presenza di ormoni nel sangue e da fattori esterni quali la luce del giorno, lo stato di salute dell’animale e così via.

La maturità sessuale è raggiunta con la pubertà, cioè con l’inizio dei cicli ovarici nelle femmine e con l’inizio della produzione di spermatozoi nei maschi.

La maturità sessuale non coincide con la maturità riproduttiva, in quanto durante la pubertà l’animale è in grado di riprodursi, ma non è detto che il suo corpo sia già pronto a sopportare lo stress fisico di una gravidanza.

Cagne e gatte, al pari di tutte le femmine animali, sottostanno alle diverse fasi del ciclo sessuale (regolato dalla produzione ormonale), che le rende disposte, in determinati momenti dell’anno, ad accoppiarsi con i soggetti di sesso maschile, al ne di promuovere la conservazione della specie.

Perché sterilizzare cani e gatti?

Vista la loro diversa natura, anche le indicazioni per l’attuazione della sterilizzazione o castrazione sono totalmente diversi.

Per quanto concerne i gatti, ci si concentra maggiormente sull’aspetto del controllo numerico della popolazione felina e del propagarsi delle malattie infettive come Leucosi felina (Felv), Peritonite infettiva (Fip) e Aids felina (Fiv).

Per il cane, le indicazioni generalmente di carattere medico sono rivolte principalmente alla buona salute e a una lunga vita dell’animale.

Vuoi saperne di più?

Abbiamo dedicato a questo tema un ampio articolo pubblicato sul numero di agosto del nostro giornale. Se te lo sei perso, puoi recuperarlo scaricando la App e leggendolo sul giornale digitale, basta andare a questo collegamento.

 

 

 

A cura di Valentina Maggio
Nutrizionista cane e gatto e Istruttore cinofilo
Foto prese da Shutterstock
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Prova Gratis

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...