Pubblicità

Accesso ai cani in ospedale: la storia di Artù a Firenze

di Redazione Quattro Zampe

Un intenso e lungo abbraccio ha caratterizzato il toccante incontro tra Artù, un giovane cane adottato 8 anni fa dopo essere stato abbandonato, e il suo padrone, ricoverato in terapia intensiva nell’Ospedale Santa Maria Nuova di Firenze. Un abbraccio che ha commosso tutti, dai familiari agli operatori sanitari.
È stato commovente vedere l’emozione di entrambi: del paziente che attendeva il suo inseparabile amico a quattro zampe e quella di Artù incontenibile e festoso“, ha raccontato Graziella Pimpini, infermiera che ha seguito tutta l’istruttoria e i controlli necessari per attivare la particolare procedura della Pet Visiting.

Pubblicità

Tutto nel reparto era stato predisposto per accogliere Artù secondo le procedure previste di igiene e sicurezza, al fine di tutelare il paziente, gli altri ricoverati e il personale stesso“, ha spiegato la dottoressa Cristina Rossi, direttrice dell’assistenza infermieristica di Firenze e referente del progetto.

Pet Therapy e Pet Visiting

La Pet Therapy e la Pet Visiting sono delle terapie che si abbinano sempre più spesso alle terapie mediche tradizionali e neuro-psicologiche, per la riabilitazione psico-fisica dei pazienti.
È stato scientificamente provato che, affiancare un animale ai pazienti, migliora notevolmente la qualità della vita e aiuta a relazionarsi con gli altri.
Come nella vita di tutti i giorni, è un dato di fatto, che gli amici a quattro zampe aiutino a superare le difficoltà dovute a condizioni di salute non proprio ottimali. La pet therapy e la pet visiting sono in grado, infatti, di integrare e rafforzare le tradizionali terapie con ricadute positive in molti ambiti, da quello fisico e cognitivo a quello psicologico-emotivo dell’ammalato. I cosiddetti “pet” sono parte integrante della vita di chi li ama e possono dare un concreto sollievo psicologico ed emotivo alle persone che soffrono in ospedale, che si sentono private non solo della loro buona salute, ma anche dell’affetto dei loro amici a 4 zampe.

L’incontro

L’incontro è stato svolto nella massima sicurezza, seguendo tutte le procedure previste dal Regolamento Aziendale per la Pet Visiting: un percorso di umanizzazione delle cure in ambito ospedaliero e assistenziale.
L’innovativo progetto, in attuazione alla Delibera Regionale del 2014, è finalizzato a dare sollievo agli ammalati che non hanno la possibilità di muoversi e soffrono separati dai loro animali. La sperimentazione è stata avviata proprio all’Ospedale Santa Maria Nuova di Firenza, per poi essere estesa a tutti gli ospedali dell’azienda Usl Toscana centro.
Nell’area fiorentina la pet visiting e la pet terapy sono già sperimentate da cinque anni con ottimi risultati.

Fonte: Repubblica Firenze

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €

Partner

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Quattro Zampe su Instagram