Pubblicità

Balù, tradito due volte, amato per sempre

di Redazione Quattro Zampe

La sua coda bianca e nera sbatte e batte come un cuore pulsante nella mia vita. Rimbomba nell’abitacolo dell’ascensore, si agita al mio ritorno, si dimena ad ogni occasione, a rappresentare il più bello e disarmante dei sorrisi. Appartiene a Balù, quaranta chili di tenerezza, un meticcio bianco e nero di circa dodici anni che è entrato nella mia vita quando ne aveva quattro. Alle spalle ha due abbandoni: nello sguardo, infinito amore e commovente dolcezza, ma anche il segno della ferita.

Balù, tradito due volte

1L’uomo lo ha tradito ben due volte. È stato abbandonato da cucciolone insieme alle sue sorelline, legati a un palo nei pressi del rifugio “Le Code Felici”, zona Settebagni (Roma). I volontari della struttura lo hanno accolto e curato amorevolmente da patologie che aveva sviluppato: le sorelle, purtroppo, non ce l’hanno fatta. Ricorderò sempre, con un nitore perfetto, i minuti che hanno preceduto e seguito la mia adozione. Ero al rifugio per dare una mano e poi da un recinto sbuca fuori Balù, si spalma addosso alle maglie di metallo in cerca di coccole, mi inonda di dolcezza. È amore a prima vista. Chiedo informazioni sul suo conto e decido di realizzare quello che mi frullava per la testa da un po’: prendere nuovamente un cane. All’inizio Balù era timoroso, insicuro, per farlo entrare in macchina l’ho dovuto sollevare di peso. Una volta, nei primi giorni di convivenza, mi è sgusciato fuori dall’auto e per non farlo investire, un altro po’ rischiavo la vita.
Non abbaiava mai e pensavo fosse muto, finché non mi ha sorpreso con il suo inconfondibile vocione. Ora che scrivo, sono passati tanti anni insieme, il suo meraviglioso muso s’imbianca sempre più e ho conosciuto, oltre alla sua calma da “cane-filosofo”, le sue improvvise mattane nel parco, le corse sfrenate quasi fosse un Levriero, il suo appoggiarsi alle gambe e bloccarti quasi a dire: “tu non mi tradirai mai, vero?”.
E con che coraggio si potrebbe mai tradire un animale così, con che coraggio lo hanno fatto in passato? Sono convinto che gli animali hanno un’anima e quella di Balù è meravigliosa come un fiore sbocciato, candida come la neve, immensa come il mare. Eppure, la prima volta che lo presero dal canile lo usarono a guardia di un recinto – lui che inonderebbe di feste anche l’intera banda Bassotti – sfamandolo raramente, lasciandolo solo e legato a oltranza. Per fortuna, grazie ai controlli post-adozione, è stato riportato al rifugio. Un passato difficile prima del mio arrivo, e non solo. I miei amici sono anche i suoi, a cominciare da Aldo, che ha un cuore grande come il suo.

testo e foto di Flavio Rosati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Cane sul letto. Si o no?

È un momento di sana condivisione che spetta a noi sce...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Coccole sì, ma non troppe

I gatti sono imprevedibili, sornioni, coccoloni, imper...

7 modi per dirti ti amo

Molti ancora non ci credono eppure non c’è alcuna ombra...

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

Quattro Zampe su Instagram