Pubblicità

Se Fido spaventa il cavallo…

di Claudia Taccani

Come condurre un equide? Dal codice della strada al codice penale, responsabilità e pronunce della Corte di Cassazione

Il cavallo – come l’asino – ha contribuito all’evoluzione della specie umana. Pensiamo solo al trasporto prima dell’invenzione dell’auto, come avrebbe fatto, l’uomo, senza di lui? Il genere umano dovrebbe essere più grato verso questo animale, ma purtroppo ciò non accade. Basti pensare al fenomeno delle corse clandestine punito dal codice penale: cavalli costretti a sfrecciare tra le mura dei sottoborghi urbani, su strade non idonee, inseguiti da auto e, ovviamente, dopati – anche il tal caso configurando ulteriore reato – per ottenere una maggiore prestazione. Ebbene siamo responsabili, per legge, anche della gestione e conduzione del nostro cavallo, tutelato come essere senziente ma, al pari dell’asino, classificato come “animale da sella”. Pertanto dobbiamo seguire regole di condotta che tutelino il cavallo e l’incolumità pubblica…

Articolo pubblicato su Quattro Zampe maggio 2020

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Cane sul letto. Si o no?

È un momento di sana condivisione che spetta a noi sce...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Coccole sì, ma non troppe

I gatti sono imprevedibili, sornioni, coccoloni, imper...

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

7 modi per dirti ti amo

Molti ancora non ci credono eppure non c’è alcuna ombra...

Quattro Zampe su Instagram