I calcoli nel gatto

di Redazione Quattro Zampe

Calcoli nel gatto

L’urolitiasi felina, ossia i calcoli nel gatto, è una patologia molto frequente nei gatti domestici, consiste nella presenza anomala di concrezioni cristalline a carico dell’apparato urinario. Gli uroliti, o calcoli, possono avere una struttura fine come sabbia o più grossolana e definita, fino ad assumere l’aspetto di veri e propri sassi, con dimensioni variabili, a volte insospettabilmente grandi. Questa patologia è favorita dall’anomalo ristagno dell’urina, dall’alta concentrazione di sali al suo interno, da un grado di acidità adatto alla precipitazione dei vari tipi di cristalli, da presenza di materiale che funga da nucleo del calcolo stesso (essudati infiammatori), da fermentazioni batteriche recidivanti.

Calcoli nel gatto: di cosa si tratta

I calcoli sono formati da una componente organica e da una cristallina, sempre preponderante, in base alla quale si assegnano le varie denominazioni (calcolosi da struvite, da ossalato, da cistina, da urati, ecc…). Nel gatto l’urolitiasi è particolarmente frequente anche per le abitudini alimentari: è un animale che beve poco, ha urine molto concentrate e, per abitudine, consuma molti piccoli pasti nella giornata.

calcoli-urinariQuest’ultima caratteristica fa sì che il suo stomaco sia sempre attivo, e ciò provoca un riassorbimento di bicarbonati che alterano il grado di acidità dell’urina, favorendo la produzione di alcuni particolari cristalli (struvite). Il fatto che nella maggior parte dei casi l’alimento sia in forma di crocchette potrebbe essere un’ulteriore concausa per il residuo salino molto alto, ma c’è anche chi afferma il contrario perché il micio alimentato col secco beve più del normale e, così, diluisce le urine. In ogni caso, in questa patologia, può esistere una predisposizione soggettiva così forte da aggirare ogni tipo di prevenzione.

Come si manifestano

I sintomi possono essere molto variabili: episodi di ematuria ricorrente, infezioni recidivanti, coliche, ostruzioni. I calcoli possono localizzarsi in tutto l’apparato urinariourinario, ma nel gatto per lo più si trovano in vescica, e da lì, soprattutto quando sono in forma di sabbia, si possono spostare in uretra provocando infiammazione, dolore e, talvolta, ostruzione. Quest’ultima evenienza è favorita dalla particolare conformazione dell’uretra peniana, che è un tronco di cono rastremato verso l’uscita. Quando si arriva all’ostruzione, o nei casi in cui il calcolo è molto grande pur senza occludere, sarà necessario intervenire con pratiche chirurgiche; nei casi in cui si effettua diagnosi prima dell’emergenza potremo curare l’infiammazione e l’infezione inevitabilmente connesse all’urolitiasi e, con diete ed integratori alimentari, tentare di sciogliere i cristalli manipolando la composizione dell’urina nella quale si trovano. Utile anche l’utilizzo di fontanelle che, con l’acqua in movimento, oltre a divertire il gatto, lo invogliano ad assumere una maggior quantità di acqua.

 

  • Di cosa si tratta: urolitiasi, presenza anomala di concrezioni cristalline
  • Come si cura: prevenzione, terapia medica e/o chirurgica

 

a cura di Alessandro Arrighi

foto da Shutterstock.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Prova Gratis

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...