Morso di vipera: cosa possiamo fare?

di Redazione Quattro Zampe

Morso di vipera

Una passeggiata in montagna, i prati, un sentiero, delle rocce, un incontro inaspettato e il nostro cane che riceve un morso di vipera. Quanto tempo avremmo per intervenire e come possiamo agire? Ma soprattutto, esiste qualcosa che possiamo fare in attesa di raggiungere il veterinario, magari con qualche rimedio naturale oppure omeopatico?

La nostra amica Giulia pone il quesiuto al Dottor Dodesini. Ecco domanda e risposta.

La domanda di Giulia

Gentilissimo dott. Dondesini, le chiedo un consiglio. Io vado in montagna d’estate con le mie cagnoline di 5 e 7 kg. Cosa posso fare se venissero morse da una vipera mentre prendo tempo per arrivare dal vet più vicino? Solitamente abbiamo una mezz’oretta o un’oretta da dove facciamo le escursioni alla clinica più vicina.
Grazie, saluti Giulia Latino

Ed ecco quindi la risposta di Mauro Dodesini:

In caso di morso di vipera

Gentile Signora Giulia Latino, la ringrazio per l’invio della domanda e penso che la riposta interesserà a molti lettori.
L’informazione intorno all’omeopatia è sempre stata carente e legata a pregiudizi. Ecco cosa si può leggere sul sito www.omeopatiapossibile.it.

Sintomi locali

  • l’animale guaisce improvvisamente
  • Presenza di due segni di denti
  • dolorabilità immediata e intensa della parte
  • edemi, petecchie ed ecchimosi si sviluppano rapidamente in un’area circoscritta
  • l’area diventa successivamente anestetica e paralitica

Terapia omeopatica

  1. Isolare subito la parte legando un laccio o un fazzoletto sopra il morso, allentandolo ogni cinque minuti
  2. fare un taglio sulla ferita, non troppo profondo, e strizzare con un pizzicotto per far uscire il sangue e il veleno, evitando di succhiare con le proprie labbra per evitare la propria contaminazione
  3. lavare e disinfettare con Calendula T.M.
  4. iniziare la somministrazione di Vipera 30 CH ogni mezz’ora fino a miglioramento della sintomatologia
  5. portare il paziente da un Medico Veterinario di fiducia.

Terapia tradizionale

  1. applicare il laccio emostatico a monte del morso e rimuoverlo solo dopo aver instaurato una teapia
  2. mantenere il paziente in assoluto riposo
  3. praticare un’incisione  che si estenda fino alla fascia muscolare e che congiunga i due segni dei denti
  4. iniettare il siero antiofidico

Auguri di buone vacanze e di meritato riposo a tutti

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €