Pubblicità

Burmilla: identikit di un piccolo impertinente

di Redazione Quattro Zampe

Burmilla

La razza Burmilla, relativamente giovane e ancora rara, è stata riconosciuta dalla Fife (Federazione Internazionale Felina) nel 1996 ed è nata casualmente in Gran Bretagna nel 1981, dall’incrocio tra una femmina Burmese lilac e un maschio Persiano Chinchilla. Allegro, socievole, giocherellone e molto affettuoso, questo gatto associa il temperamento delle due razze progenitrici in un mix ideale, in cui la vivacità e l’intelligenza del Burmese si fonde armoniosamente con la paciosa raffinatezza del Persiano Chinchilla. In più, ha quel pizzico di impertinenza che lo rende particolarmente simpatico ed estroverso. Ma piace moltissimo anche per la suggestiva bellezza del suo mantello dai colori delicati, fitto e morbidissimo, nonché degli incantevoli occhi verde smeraldo.

BurmillaBurmilla, origini e caratteristiche

  • ORIGINE: Gran Bretagna, 1981
  • ASCENDENZA: Burmese e Silver Cincilla Persiano
  • PESO: 5/7 kg per il maschio, 3/5 kg per la femmina
  • IBRIDAZIONI: nessuna
  • TEMPERAMENTO: vivace, molto simpatico e intelligente

TESTA: breve, non spigolosa, nello standard americano addirittura tondeggiante; muso breve e largo, con mento arrotondato

OCCHI: grandi, ben distanziati ed espressivi, di un bel colore sul verde nelle varie tonalità

ORECCHIE: piccole e ben distanziate, larghe alla base, leggermente arrotondate e inclinate in avanti

CORPO: di taglia media, atletico, muscoloso e compatto, con petto arrotondato e dorso dritto MANTELLO: molto corto e brillante, appoggiato sul corpo, fine, lucido

ZAMPE: piuttosto sottili, ma muscolose, con piccoli piedi ovali

CODA: di lunghezza media, non grossa alla base, si assottiglia di più verso la punta arrotondata

  • IMPEGNO Ama vivere a stretto contatto con chi si prende cura di lui e non sopporta la casa vuota.
  • CURE MEDICHE È un gatto tendenzialmente sano e robusto, che non ha bisogno di particolari attenzioni.
  • SOCIALITÀ Estremamente socievole, anche con gli estranei.
  • PELO Corto, fitto e morbido, richiede solo una passata di pettine (o con l’apposito guanto a denti di gomma) una-due volte la settimana.

Vuoi saperne di più?

Abbiamo dedicato a questo tema un ampio articolo pubblicato sul numero di gennaio del nostro giornale. Se te lo sei perso, puoi recuperarlo scaricando la App e leggendolo sul giornale digitale, basta andare a questo collegamento.

 

 

 

di Giulia Settimo – foto di Roberto Della Vite

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Coccole sì, ma non troppe

I gatti sono imprevedibili, sornioni, coccoloni, imper...

7 modi per dirti ti amo

Molti ancora non ci credono eppure non c’è alcuna ombra...

Fa la pipì sul divano

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

Quattro Zampe su Instagram