Gastroenterite virale nel gatto: come combatterla

di Redazione Quattro Zampe

Gastroenterite virale

La cosiddetta Gastroenterite Virale è un vero spauracchio per i nostri amici gatti.

La denominazione precisa è Panleucopenia. La patologia in questione, infatti, non è localizzata solo a carico dell’apparato digerente, ma è una infezione generalizzata, che colpisce tutto l’organismo, pur con una prevalenza di sintomi a carico del tratto gastroenterico.

L’agente causale è un parvovirus (Fpv) caratterizzato da una enorme capacità di diffusione e resistenza alle alte temperature, ai disinfettanti e alle condizioni ambientali più avverse.

Questo microrganismo ha particolare affinità per le cellule in replicazione, ed è per questo che normalmente penetra nell’organismo attraverso le mucose, soprattutto quelle dell’apparato digerente, ma anche quelle dell’albero respiratorio.

I sintomi della gastroenterite virale

I sintomi possono essere vaghi nelle prime fasi: febbre, abbattimento, rifiuto del cibo; in poco tempo generalmente subentrano vomito e diarrea con presenza di sangue, peggioramento dell’abbattimento, disidratazione, ipotermia.

Pur essendo i sintomi prevalentemente gastroenterici, il virus si diffonde in tutto l’organismo e lede gravemente il sistema difensivo.

Agli esami del sangue il segno più tipico di questa malattia è la diminuzione molto marcata di tutti i leucociti, che sono le cellule tipicamente destinate alla difesa contro le infezioni, e infatti il nome scientifico della malattia è “Panleucopenia”.

Questo fenomeno, unitamente alla distruzione di buona parte della mucosa dell’apparato gastroenterico, favorisce la penetrazione nei tessuti di germi e tossine che aggravano ulteriormente il quadro.

La terapia prevede antibiotici, fluidi, gastroprotettori, farmaci che stimolano il sistema immunitario; tuttavia nulla agisce direttamente sul virus, per cui l’arma più importante è la vaccinazione, che è da considerare indispensabile in tutte le situazioni in cui siano presenti più gatti, soprattutto se giovani.

Attenzione, quindi: se partendo per le vacanze pensiamo di lasciare il gatto in pensione o in allevamento, ricordiamoci per tempo di passare dal veterinario per il vaccino.

Hai avuto esperienze con la gastroenterite virale?

Raccontaci la tua esperienza, facci sapere cosa ne pensi con un commento, oppure parlacene sulla nostra pagina di Facebook.

 

 

A cura di Alessandro Arrighi
Foto prese da Shutterstock
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Coccole sì, ma non troppe

I gatti sono imprevedibili, sornioni, coccoloni, imper...

7 modi per dirti ti amo

Molti ancora non ci credono eppure non c’è alcuna ombra...

Fa la pipì sul divano

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

Il benessere dei nostri animali parte dalla ciotola

Cibi pensati per soddisfare ogni esigenza, garantire l...

Quattro Zampe su Instagram