Come avvicinarsi ad un gatto spaventato

di Redazione Quattro Zampe

Un gatto spaventato non è semplice da avvicinare. Immaginate una situazione simile: avete appena adottato un bellissimo gatto adulto da un rifugio, e tutto quello che volete è accarezzarlo e avere un contatto con lui. Ma lui è terrorizzato e si nasconde quando vi avvicinate.

Non è insolito per i gatti aver paura in un ambiente nuovo. Alcuni gatti sono naturalmente timidi e timorosi perché sono stati portati via dalle loro madri e dai loro fratelli troppo presto, o non hanno mai imparato a socializzare correttamente da piccoli. Ma con il tempo e la pazienza, anche i gatti più timorosi potranno imparare a fidarsi.

Avvicinarsi ad un gatto spaventato: istruzioni

Ecco alcuni semplici consigli  su come avvicinarsi ad un gatto spaventato ed entrare in contatto con lui senza traumi né forzature:

1) Pensate come un gatto. Gli esseri umani devono sembrano enormi ai gatti, soprattutto quando li vedono camminare verso di loro. Anche profumi e odori sconosciuti possono spaventare i gatti, in quanto questi riconoscono i propri amici più tramite l’olfatto che tramite la vista. Capire come  il vostro gatto pensa vi aiuterà a creare un rapporto di amicizia con lui.

2) Imparate il linguaggio dei gatti ed il modo corretto per comunicare con loro. Socchiudere gli occhi e sbattere le palpebre è un modo per dire al vostro gatto che vi fidate di lui e che volete essere suo amico. Girare la testa lontano da lui è un modo per dirgli che non vi dispiace condividere il vostro spazio con lui, e che non gli farete del male. Guardare un gatto dritto negli occhi invia invece un messaggio aggressivo, di sfida e di minaccia.

3) Sedetevi o sdraiatevi sul pavimento vicino al gatto. Scendere al livello del gatto vi farà apparire meno minaccioso. Mentre siete a terra, parlate con il gatto. Ditegli quanto è bello e quanto l’amate.

4) Nell’avvicinarvi al gatto spaventato, cercate un contatto con il pugno chiuso, piuttosto che con la mano aperta. Alcuni gatti scambiano una mano chiusa per la testa di un altro gatto e si avvicinano ad essa così come farebbero con un proprio simile, dando dei lievi colpi con la testa.

5) Create una scia di bocconcini appetitosi che dal nascondiglio del gatto giunge a voi. Fatelo in maniera costante. Potrà richiedere anche diversi giorni, ma quasi certamente il gatto finirà per mangiare il cibo avvicinandosi a voi.

6) Non toccate per primi il gatto quando si avvicina a voi. Guardate dall’altra parte e lasciate che sia lui ad avvicinarsi. Alla fine, sarà lui a strofinarsi contro di voi e ad accettare le vostre carezze, anche se solo per pochi secondi.

7) Non costringetelo a venire fuori dal suo nascondiglio. Se si lascia accarezzare, grattatelo dietro le orecchie o sotto il mento senza tirarlo fuori dal nascondiglio.

8) Giocate con il gatto con una bacchetta, una canna da pesca giocattolo o un lungo laccio. Questo è un modo per interagire con il gatto senza toccarlo. Trascinate e muovete il giocattolo sul pavimento, piuttosto che muoverlo in altro sopra la sua testa. Alcuni gatti sono spaventati dai giocattoli che si spostano in aria.

9) Mettete il gatto in una grande gabbia con cibo, acqua, lettiera, giocattoli e un letto comodo. Coprite parte della gabbia con un foglio in modo che il gatto abbia nascondiglio. Avvicinatevi alla gabbia per abituarlo alla vostra presenza.

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

Filaria e leishmania addio!

Da anni filariosi cardiopolmonare e leishmaniosi sono...

Fa la pipì sul divano

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Quattro Zampe su Instagram