Pubblicità

La leucemia felina di Jerry

di Redazione Quattro Zampe

Jerry si è trasferito di sua spontanea volontà dalla casa dov’è nato. Era uno dei cuccioli della gatta di casa dei vicini. I proprietari non avevano intenzione di ospitare un gatto, ma conquistati dal suo bel carattere e dalla sua tolleranza, lo hanno accolto. Lui non ha mai mostrato le unghie, né aggressività alcuna, neanche quando la bambina di casa lo ricopriva di eccessive coccole e il figlio maschio gli rompeva un po’ le scatole.

Pubblicità

È un soggetto veramente mite, che subisce anche gli altri gatti, se attaccato cerca di difendersi anche se con pessimi risultati, probabilmente rassegnato dopo aver subìto per lungo tempo i dispetti dei bambini. È un grande cacciatore, uccellini, talpe, lucertole, con la peculiarità di rubare i cuccioli alla sua mamma quando partoriva e di portarli a casa sua per giocarci, per poi andare a riprenderseli quando venivano restituiti a chi di dovere. È un soggetto freddoloso, ma, altra stranezza, quando nevica rincorre i fiocchi e se li mangia al volo. Adottato formalmente all’incirca a undici mesi, veniva lasciato libero con poche attenzioni, quelle essenziali, soggetto equilibrato con la sola legittima paura dei rumori forti e senza particolari problemi. A cinque anni, dopo una vacanza della famiglia, durante la quale era stato comunque accudito dal padre che era rimasto a casa, ha iniziato ad accasciarsi mentre camminava, le orecchie erano bollenti. Inizialmente sembrava una leggera bronchite, ma la febbre non diminuiva, le ghiandole ingrossate, era presente anche vomito.

Fallimento degli antibiotici

Non avendo la terapia antibiotica sortito alcun risultato dopo un periodo di tre settimane di continui controlli, dovuti a diversi sintomi, gli esami del sangue risultati positivi, è stata fatta la diagnosi di leucemia felina. Sottoposto ad altre terapie tradizionali rivelatesi inutili, Jerry è stato portato da noi in visita a fine luglio del 2017. Nonostante stesse davvero male, mi si è presentato con uno sguardo fiero e arrabbiatissimo, mi ha osservato costantemente mentre lo visitavo e pur lasciandosi toccare, ha miagolato per tutta la visita. Sottoposto a terapia omeopatica, non è migliorato subito, abbiamo riscontrato una certa difficoltà nel trovare il rimedio omeopatico corretto, ma alla fine i nostri sforzi sono stati coronati da successo.

Col rimedio omeopatico sembra rinato

A ottobre, tre mesi dopo, il micione sembra resuscitato, il naso e gli occhi stanno guarendo, cammina speditamente senza lamentarsi, un po’ ricurvo, anche se dopo un po’ si sdraia per riposare e poi ripartire, va da solo alla cassetta dei bisogni e dove ha il cibo. Inoltre, ha voluto mettere il naso fuori dalla finestra per qualche minuto. Un mese più tardi non ha quasi più problemi: mangia, dorme, espleta tutte le sue funzioni fisiologiche, anche se ormai quasi sempre fuori come prima, ed è tornato il rompiscatole di una volta. Vuole uscire di notte, chiamando insistentemente, miagolando e spingendo con il muso, anche se non si allontana di molto, rimane sempre nelle vicinanze. Insomma, scrive la proprietaria: “un vero miracolato!”.

In conclusione Jerry è ritornato a stare benissimo: è quello di prima della malattia, risponde al richiamo di corsa, la notte vuole uscire spesso e ama ancora giocare con la neve. Cammina benissimo e ha ricominciato a saltare, riporta a casa uccellini e lucertole ed è anche ingrassato. All’ultima visita di controllo risulta sanissimo e anche i linfonodi regionali non sono esplorabili.

linfonodi regionali non sono esplorabili.

di Mauro Dodesini – www.omeopatiapossibile.it

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €

Partner

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Quattro Zampe su Instagram