Animali domestici, Italia al top in Europa

di Alessandro Macciò

L’Italia è tra i Paesi europei col maggior numero di animali domestici, sia in valori assoluti che in rapporto alla popolazione umana. La conferma arriva dalla ricerca del Censis “Il valore sociale dei medici veterinari”, presentata a Roma con la Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani (Fnovi).

In Italia ci sono 32,1 milioni di animali domestici, presenti nel 53,1% delle case.

L’Italia è seconda in Europa dietro all’Ungheria nel rapporto tra abitanti umani e animali domestici.

Se invece si considera solo il dato numerico, l’Italia è terza dietro a Germania e Francia.

Uccelli al primo posto, poi gatti e cani

In Italia, gli animali domestici sono più di quelli da allevamento (32,1 milioni contro 23). A sorpresa, i più numerosi sono gli uccelli. La classifica dei pet più gettonati infatti vede al primo posto pappagalli e canarini (12,8 milioni), al secondo i gatti (7,4) e al terzo i cani (6,9). Più distaccati i piccoli mammiferi come criceti e conigli (1,8 milioni), i pesci (1,6) e i rettili (1,3). Dal 2008 a oggi, la situazione è rimasta abbastanza stabile sia tra i gatti (+1,3%) che tra i cani (+0,1%).

L’Italia nella classifica degli animali domestici

Il Paese europeo col maggior numero di animali domestici è la Germania (37,5 milioni), seguita da Francia (32,8) e Italia (32,1). Prima per numero di gatti, cani, pesci e piccoli mammiferi, la Germania cede il primo posto all’Italia per quanto riguarda uccelli e rettili. L’Ungheria (5,3 milioni di animali domestici) è solo decima, ma balza in testa alla classifica del rapporto tra abitanti umani e pet (54,2%). Sul podio anche l’Italia (53,1%) e il Belgio (49,2%).

Nel 2017 spesi circa 5 miliardi di euro

Tornando all’Italia, il 15,1% delle famiglie ha due animali domestici e l’8,6% ne ha tre. I pet tengono compagnia al 54% dei single e al 52,3% delle coppie, ma soprattutto al 68,1% delle persone separate o divorziate. E nel 2017 le famiglie italiane hanno speso circa 5 miliardi di euro per il benessere dei loro animali (+12,9% dal 2014). La spesa più consistente riguarda l’alimentazione di cani e gatti, che ha superato i due miliardi (+10,6% in tre anni).

Approfondimenti: 

Se vuoi saperne di più, leggi anche L’Eurispes lo conferma: in Italia gli animali sono di famiglia

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Prova Gratis

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...