Pubblicità

Alimentazione per i pet: casalinga o comperata?

di Redazione Quattro Zampe

 

Pubblicità

Come abbiamo visto nella piramide alimentare, la dieta di un cane o di un gatto deve essere costituita da proteine, carboidrati (zuccheri), lipidi (grassi ed oli), vitamine e minerali. La scelta del tipo di alimentazione da somministrare ai nostri amici è sempre stato un gran dilemma. Spesso ci si trova di fronte ad un bivio: meglio un’alimentazione commerciale o una dieta casalinga?

La scelta è davvero molto difficile, ma è importante ricordare che una corretta alimentazione è alla base della salute e del benessere dei nostri animali domestici. Già Ippocrate nel 400 a.C. affermava: “lascia che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo”, facendo intendere che esiste un fortissimo legame fra ciò che si mangia e lo stato di salute. Per dieta casalinga non bisogna intendere dare gli avanzi della tavola, ma si intende preparare un alimento completo e bilanciato, miscelando correttamente gli ingredienti in modo da soddisfare i fabbisogni del cane che variano in base all’età, taglia, stile di vita e stato fisiologico.

Scatolette e croccatini

2La dieta commerciale, invece, prevede l’utilizzo di un tipo di alimento che può essere secco (crocchette) o umido (scatolette). Questo tipo di dieta è completa, equilibrata e bilanciata e non ha bisogno di nessun tipo di aggiunte. Scegliendo un’alimentazione di tipo commerciale si sceglie una maggiore praticità, facilità di impiego e conservazione, un costo contenuto, una comodità in caso di viaggi o spostamenti, velocità di preparazione dei pasti e possibilità di utilizzare alimenti formulati secondo le esigenze nutrizionali del proprio animale. Nella maggior parte dei casi si tratta di ottimi prodotti che soddisfano pienamente le esigenze nutrizionali dell’animale. Tuttavia è importante saperli scegliere bene per evitare errori e problemi.

Molte ditte mangimistiche formulano le diete commerciali su fabbisogni generici non tenendo conto delle differenti necessità che cani e gatti hanno in relazione alla razza e alla taglia. Negli ultimi anni si è iniziato a vedere in commercio mangimi per cani cuccioli e adulti, di taglia piccola media o grande, oppure, per il gatto in base alla razza e alla lunghezza del pelo. Un altro errore in cui è facile cadere è quello di non saper dosare bene la quantità di crocchette giornaliere. I dosaggi riportati sulle confezioni sono piuttosto approssimativi e standardizzati e questo può far sì che l’apporto calorico giornaliero sia eccessivo o carente rispetto al peso dell’animale e alla sua attività.

Se la prepariamo noi

Al contrario, un alimento di tipo casalingo ha il vantaggio che è molto gradito a micio e fido rispetto ad uno industriale e offre la possibilità di scegliere gli alimenti e quindi sapere con precisione cosa stiamo dando al nostro animale. Presenta comunque degli svantaggi, tra cui molto tempo per la preparazione, può esser fonte di infezioni gastroenteriche e può non essere completo, sbilanciato e povero di minerali e vitamine. L’errore più grave in cui ci si può imbattere, è quello di provocare carenze durante la fase di sviluppo del sistema scheletrico. Ecco perché durante la fase di svezzamento e accrescimento è preferibile utilizzare un alimento commerciale appositamente formulato per cuccioli. Nel cane adulto si può utilizzare una dieta di tipo casalingo, ma la dieta commerciale richiede meno conoscenze e meno precisione di una dieta casalinga.

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €