Pubblicità

Un cuore e due anime

di Maria Paola Gianni

Da Mirtilla e Mafalda a Silvestrino e Adolfina: quando misteriosamente gli animali sono legati anche dopo la morte

Gli animali non fanno che sorprenderci. Del resto sono molto più sensibili di noi: dal loro olfatto, che non ha paragoni con la mediocrità del nostro, al loro cuore, che non conosce confini in amore ed è del tutto immune da qualsiasi forma di avidità e cattiveria. Sono loro i nostri maestri di vita, come spesso afferma l’etologo e filosofo Roberto Marchesini.

Fontana rivelatrice

Così capita che Mirtilla, splendido Flat Coated Retriever della veneranda età di 14 anni sia protagonista di una storia che ha dell’incredibile legata a sua figlia Mafalda. “Mamma e figlia erano sempre insieme”, racconta Fabio, “ma dopo che è morta la figlia Mafalda, il 23 luglio 2019, a dieci anni d’età, ogni mattina si forma un cuore attorno alla fontana dove le portavo sempre a bere. È davvero incredibile. Poi, con il caldo della giornata e con il sole la sagoma del cuore evapora e non si vede più, ma la mattina del giorno dopo si riforma, proprio all’orario in cui le portavo lì, dove c’è il parchetto Gardel di via Primaticcio, a Milano”…

Articolo pubblicato su Quattro Zampe settembre 2020

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Cane sul letto. Si o no?

È un momento di sana condivisione che spetta a noi sce...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Coccole sì, ma non troppe

I gatti sono imprevedibili, sornioni, coccoloni, imper...

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

7 modi per dirti ti amo

Molti ancora non ci credono eppure non c’è alcuna ombra...

Quattro Zampe su Instagram