Pubblicità
Pubblicità

Animali in tivù, quale tutela?

di Claudia Taccani

Animali in tivù, quale tutela?
Rome, Italy - May 20, 2011: The actor Ettore Bassi and the dog Rex, stars of the hit television series "Inspector Rex", posing near a car Historical Police, through the stands in Piazza del Popolo.

Le esigenze etologiche vanno garantite e gli eventuali abusi sono da condannare.

Dall’accordo Rai-Anmvi agli illeciti sul web che si possono denunciare e cancellare definitivamente, grazie a Tutela digitale e Oipa.

Quando cani, gatti – e non solo – compaiono in televisione attirano l’attenzione e la simpatia di chiunque, diventano veri “testimonial” pubblicitari e beniamini del pubblico.

Ma la domanda sorge spontanea: chi tutela l’“utilizzo” degli animali in uno spot o in un film?

Grazie alla legge che protegge gli animali da forme di maltrattamento e alla crescente sensibilità pubblica, produzioni televisive e cinematografiche devono necessariamente tenere conto non solo della tutela dell’animale “prescelto”, ma anche del messaggio che viene trasmesso al pubblico, soprattutto riguardo alla tutela dei minori.

Purtroppo esistono ancora situazioni contestabili o le cosiddette “morti bianche” che, seppur giustificate dietro incidenti, di fatto sono il frutto di gravi omissioni della struttura operativa.

Estratto Quattro Zampe febbraio 2020

Continua la lettura dell’articolo sulla rivista digitale, clicca il banner qui sotto.

Animali in tivù, quale tutela?

 

Pubblicità

© Riproduzione riservata.