Labrador Retriever

di Sofia Golden

Non è un tipo raffinato, i suoi modi sono molto grossolani, è molto “fisico”, quindi si appoggia, sbatte a destra e a sinistra, con il suo potente codone dà delle autentiche frustate… cerca sempre un contatto. Ama essere considerato un simpaticone, quindi, farà di tutto per attirare su di sé le vostre attenzioni e farvi divertire. Sa essere un autentico buffone, a volte è più un personaggio che un semplice cane, con le sue fisse, le sue fobie, le sue antipatie. Marley, protagonista del divertente libro di John Grogan? È una caricatura, ma non troppo lontana dalla realtà.

Se avete dei figli, lui presto sarà uno di loro: dovrete educarlo esattamente alla stessa stregua, con pazienza, dolcezza e costanza. I risultati non tarderanno ad arrivare. Ecco, in questo, forse, vi darà soddisfazioni più di un figlio.

Il Labrador Retriever ha, infatti, un’innata tendenza a ubbidire, merito sempre della selezione originaria, legata al suo utilizzo per la caccia nella quale era ausiliare dopo lo sparo, con l’importante compito di recuperare e riportare la selvaggina.

Da questa stretta cooperazione con l’uomo ha origine il suo carattere docile e facilmente addestrabile, la sua propensione alla “collaborazione domestica”, la sua versatilità che gli permette oggi di portare a termine con successo innumerevoli compiti.
Cercate di educarlo con fermezza già da cucciolo e di non viziarlo, perché un Labrador saprà trovare presto il vostro lato debole. Non prestategli, quindi, il fianco o facilmente diventerà un cane prepotente e maleducato.

Non è territoriale, quindi, non aspettatevi che faccia la guardia. Potrebbe forse abbaiare di fronte a un rumore sospetto, ma alla presenza di uno sconosciuto di certo scodinzolerebbe. Non dovrebbe mostrare alcun problema di convivenza con i conspecifici, quindi, avrà atteggiamenti amichevoli nei confronti degli altri cani. A volte, tuttavia, soprattutto tra maschi, qualche antipatia ci può stare, state attenti a non lasciare che sfoci in rissa, che potrebbe creare uno sconveniente precedente.
Proprio perché nasce come cane da lavoro, un compito nella vita sarebbe bene darglielo: lui sarà orgogliosissimo di assolverlo per voi, perché è il suo modo di dimostrare affidabilità e abilità. Che sia portarvi il giornale la mattina o le pantofole la sera, non lesinate a chiedere, sarà felice di servirvi.

Se amate lo sport, condividetelo con lui; se invece non avete tempo o siete pigri, orientatevi su un’altra razza perché il Labrador Retriever non fa per voi. Se privato di ogni stimolo il Labrador diventerà un cane spento, un grasso dormiglione… ma non è questa la sua indole.
Vitale, atletico e brillante, dategli retta e godetevi la vita: divertirsi è molto meglio che riposarsi!

Questa razza ama terribilmente l’acqua, suo elemento naturale nel quale si muove con abilità e decisione.

La speciale tessitura del pelo gli permette di non inzupparsi, perché elimina l’acqua con una energica scrollata, ma attenzione soprattutto all’attaccatura della coda che, se dovesse rimanere bagnata, a contatto con superfici fredde potrebbe dar luogo a una specie di reumatismo per cui la stessa rimarrebbe per qualche giorno dolorosamente a penzoloni, inerme.

Ci sono poche limitazioni al suo utilizzo: è stato con successo impiegato in una molteplicità di compiti e ruoli lavorativi, sociali e sportivi. Le forze dell’ordine l’hanno con successo impiegato per la ricerca di stupefacenti ed esplosivi, la protezione civile per la ricerca dei dispersi e il salvataggio nautico, gli operatori sociali e sanitari come ausilio per non vedenti e disabili… nello sport eccelle grazie soprattutto alla sua resistenza e alla sua addestrabilità, e a caccia in Inghilterra è ancora un numero uno. Ha un carattere forte, ma anche sensibile, quindi metodi troppo rigidi non faranno che indurirlo, meglio usare l’astuzia e la dolcezza. Con un bocconcino prelibato, poi, riuscirete a fargli fare anche le capriole.

La Scheda tecnica del Labrador Retriever

  • Razza: Labrador Retriever
  • Origine: Gran Bretagna
  • Impiego: Cane da caccia, da utilità e da compagnia
  • Taglia: I maschi misurano da 55 a 57 cm al garrese, le femmine da 54 a 56 cm
  • Peso: all’incirca da 25 a 34 kg

Caratteristiche del Labrador Retriever

Di costruzione solida, forte e robusta, è un cane raccolto e compatto; ciò nonostante, il Labrador è un cane agile. Di buonissimo carattere, è dotato di un fiuto eccellente; l’acqua è la sua passione. Si adatta ovunque, è intelligente ed entusiasta; non è aggressivo né timido. Cane da riporto, è dotato di dente “morbido”, cioè non rovina ciò che tiene in bocca.

  • Orecchie: portate pendenti, vicine alla testa, attaccate un po’ arretrate; non sono larghe né pesanti
  • Testa: il cranio è largo, lo stop è ben marcato
  • Occhi: di dimensione media, di colore marrone o nocciola, esprimono intelligenza e buon carattere
  • Zampe: gli arti anteriori sono dotati di buona ossatura, perfettamente dritti; i posteriori sono ben sviluppati
  • Linea inferiore del tronco: costole ben arcuate a forma di botte, torace profondo e ampio
  • Tartufo: largo, con narici ben sviluppate e di colore scuro
  • Collo: è forte e poderoso
  • Coda: molto grossa verso la base, tendente ad assottigliarsi verso la punta; di media lunghezza

Carattere del Labrador Retriever

È un cane con tanti pregi: allegro, affettuoso, vivace, paziente, adattabile, amichevole, docile, estremamente socievole, affidabile con i bambini.

Cure mediche per il Labrador Retriever

È soggetto a due patologie genetiche per cui vanno controllati e certificati i riproduttori: la displasia di anche e gomiti e il distacco progressivo della retina. Una ciotola di buon cibo, un po’ di sport, coccole a volontà e una spazzolata al mese: non chiede di più.

Sport del Labrador Retriever

Correre accanto alla bici, nuotare in mare aperto, superare ostacoli in un campo di agilità, riportare qualsiasi tipo di oggetto… chiedete e sarete esauditi, proponete e lui sarà entusiasta di seguirvi nelle vostre avventure.

Pelo del Labrador Retriever

Corto e dotato di un fitto sottopelo isolante che lo protegge da freddo e intemperie, ma anche dal caldo (occhio però al mantello nero, che assorbe molto calore). È quasi idrorepellente, quindi una energica scrollata è sufficiente a farlo tornare quasi asciutto, d’altra parte è un cane che ama l’acqua, e se non avesse queste caratteristiche non avrebbe potuto permetterselo. Il mantello è rigorosamente unicolore biondo, nero o marrone (cioccolato).

Approfondimenti:

Se vuoi scoprire altre razze canine, clicca qui

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Prova Gratis

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...