Pubblicità

Come comportarsi dal veterinario

di Redazione Quattro Zampe

Come-comportarsi-dal-veterinario

Quando portiamo il nostro pet dal veterinario di fiducia, lo facciamo perché è necessario tutelare il benessere di chi ci fa compagnia quotidianamente. Spesso, però, non si presta abbastanza attenzione su come comportarsi dal veterinario prima, durante e dopo la visita, affinché nessuno ci rimetta un bel morso o un profondo graffio.

Quando arriva il giorno della visita del cane e del gatto, ricordiamoci di farli stare a digiuno, per evitare rigurgiti durante il tragitto, oltre che permettere eventuali prelievi di sangue, se ritenuti necessari. Una volta giunti in macchina, spruzziamo un prodotto a base di feromoni per rendere l’ambiente più confortevole e familiare.

Guida soft  e crocchette premio

Mi raccomando: usciamo con un certo anticipo da casa, così guideremo in modo tranquillo senza usare il clacson e/o frenare bruscamente, magari ascoltando durante il tragitto musica soft. Portiamo, inoltre, qualche crocchetta premio (da dare solo quando sono buoni e tranquilli dopo la visita) insieme ad una miscela particolare di Fiori di Bach da spruzzare in bocca in casi di attacchi di panico, acquistabile presso farmacie omeopatiche e/o erboristerie.

Passeggiatine nell’attesa

Una volta arrivati, se c’è da aspettare, è preferibile rifare un’altra passeggiata con il cane, evitando eventuali “regalini” in ambulatorio e, successivamente, incontrare il veterinario nella sala d’attesa, dove avrà modo di osservare il cane e poter socializzare con lui, porgendogli un eventuale biscottino premio.

Invece, per far ambientare il gatto, dopo aver controllato l’assenza di eventuali vie di fuga, lasciamolo libero nella stanza dove verrà visitato. Per facilitare la visita, sarebbe opportuno che il veterinario spruzzasse sulle proprie mani un prodotto a base di feromoni, per rendersi più “amichevole” verso il gatto: dopo aver fatto evaporare la base alcolica, può tranquillamente massaggiare il gatto e iniziare la visita. Con la speranza che non vengano evidenziati problemi di salute, torniamo subito a casa, evitando giri in farmacia o altro, da fare successivamente, perché stresserebbero inutilmente il nostro amico a quattro zampe.

[box style=”rounded” border=”full”]

Consigli utili su come comportarsi dal veterinario

  • Impariamo a toccare i nostri pet su tutto il loro corpo sin da cuccioli per abituarli ad essere maneggiati dal veterinario.
  • Per il gatto mettiamo la sua copertina in un trasportino a grate larghe da cui possa controllare ciò che gli accade intorno, senza forzarne l’entrata.
  • Per il cane portiamo il suo giochino preferito.

[/box]

 

Di Costanza De Palma

Foto ©Monkey Business Images/Shutterstock

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Cane sul letto. Si o no?

È un momento di sana condivisione che spetta a noi sce...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Coccole sì, ma non troppe

I gatti sono imprevedibili, sornioni, coccoloni, imper...

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

7 modi per dirti ti amo

Molti ancora non ci credono eppure non c’è alcuna ombra...

Quattro Zampe su Instagram