Pubblicità

Forasacco: il nemico verde del tuo cane

di Redazione Quattro Zampe

forasacco cane sintomi

Chi ha un cane, in estate, teme una cosa più di altre: il forasacco.

Questa pianta fa parte della famiglia delle graminacee e assomiglia al grano o all’orzo selvatico, con cui spesso viene confusa. Tra i più tipici scherzi fatti o subiti dagli amici durante le scampagnate, c’è quello di staccare un mucchio di spighe di forasacco e lanciarle sulla schiena del malcapitato davanti. La particolarità di questa pianticella è che si aggrappa ai tessuti come fosse un arpione e quando s’introduce in una cavità, progredisce. È esattamente per questa ragione che per i cani si rivela così tanto pericolosa.

Il peggior nemico del cane

Il forasacco rappresenta una grossa minaccia per i nostri amici a quattro zampe, che in questi periodi adorano correre e rotolarsi nei prati. Nella maggior parte dei casi, questi grani uncinati s’infilano nelle cavità dell’orecchio o, nei casi più sfortunati, nei bronchi: questa eventualità è molto rara, ma se il cane corre a bocca aperta, non è da considerarsi del tutto infondata. Il forasacco inizia a progredire sempre più in profondità dapprima attraverso i peli e successivamente, sul il tessuto cutaneo.

I sintomi che notiamo nel cane

Ci sono alcuni modi che ti possono far capire che il tuo cane è infastidito da qualcosa e se sei abbastanza attento puoi salvargli la vita. Ecco alcune delle reazioni più comuni per capire se il tuo cane è infastidito da uno o più grani di forasacco:

  • se entra nell’orecchio vedrai Fido scuotere ripetutamente il capo e tenerlo basso e piegato dal lato colpito;
  • se entra nell’occhio, lo sfortunato peloso lo terrà chiuso facendo formare una secrezione purulenta;
  • se entra nel naso inizierà a fare dei fortissimi starnuti e non mancheranno gli scoli sanguinolenti dal muso;
  • se s’infila nelle cavità delle zampe, tra le dita avrà delle tumefazioni e si creeranno ascessi molto dolorosi.

Nella maggior parte dei casi elencati i segni del suo fastidio sono visibili, ma per  quanto riguarda l’orecchio e i bronchi, la situazione potrebbe degenerare senza che tu te ne accorga, o che riesca a capire da cosa può dipendere il suo malessere.

Come prevenire il problema del forasacco

Purtroppo non potrai controllare perfettamente dove il tuo peloso infila il muso o su cosa si rotola quando siete al parco, ma il consiglio è quello di fare attenzione al luogo scelto per la scampagnata, cerca di non portare Fido in parchi in cui la manutenzione non sia curata o in prati che non conosci bene. Se ti sembra di riscontrare anche solo uno dei sintomi sopra elencati, non esitare a chiamare il veterinario e a fissare una visita nel minor tempo possibile, prima che  il “nemico verde” penetri troppo in profondità.

In conclusione, senza voler fare terrorismo psicologico, è bene ricordare che le spighe del forasacco vengono trovate molto spesso, durante l’autopsia, all’interno dei corpi dei cani deceduti per patologie poco chiare; probabilmente in molti di questi episodi sarebbe stato possibile intuire per tempo la minaccia.

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Cane sul letto. Si o no?

È un momento di sana condivisione che spetta a noi sce...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Coccole sì, ma non troppe

I gatti sono imprevedibili, sornioni, coccoloni, imper...

7 modi per dirti ti amo

Molti ancora non ci credono eppure non c’è alcuna ombra...

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

Quattro Zampe su Instagram