Impara a parlare con il tuo cane

di Redazione Quattro Zampe

linguaggio dei cani

Chi ha un animale in casa sa bene che adotta dei comportamenti che ci permettono di capire perfettamente ciò che vuole dirci. Uno sguardo, un suono, un movimento riescono a farci parlare con i nostri amici pelosi più di quanto riusciamo a fare con i nostri simili. È, però, importante imparare a conoscerne il linguaggio per comprenderne meglio i bisogni. Oggi vediamo quali sono i segnali comunicativi del cane e come interpretarli.

Pubblicità

linguaggio dei cani

Sono calmo

Quando il nostro cane si lecca il labbro, abbassa la testa, non guarda in modo diretto o si muove secondo una traiettoria curvilinea sta inviando segnali di calma. Sta dicendo ai suoi simili e a te che vuole stemperare un incontro potenzialmente critico. 

Facciamo pace?

Quando vediamo il nostro cane leccarsi il naso o mettersi a pancia all’aria ci sta dicendo che vuole risolvere una situazione conflittuale e abbassare la tensione. Come se ci stesse dicendo: “Facciamo la pace?”.

Non ti parlo più

A volte il cane vuole chiudere i rapporti e lo fa mettendosi a fiutare o a urinare oppure voltando la testa da un’altra parte. Non vuole più comunicare con il suo interlocutore e glielo fa capire chiaramente.

Guardami, sono qui

Può capitare che il nostro Fido voglia far comprendere esattamente dove si trova, affermando la propria posizione. Ce lo dimostra alzando la coda o posizionando in alto le orecchie, oppure marcando il territorio con l’urina.

Attenzione!

A volte i nostri quattrozampe vogliono richiamare la nostra attenzione, per una situazione di pericolo o semplicemente perché vogliono essere “ascoltati”, l’abbaiare è proprio questo tipo di comunicazione. Diversi sono i segnali che ci dicono che vuole aprire una relazione, di gioco o di cura, come il dare la zampa. Se invece la situazione di allerta è pericoloso, oltre ad abbaiare tende a sbuffare per dare un segnale più intenso al suo interlocutore.

linguaggio dei cani

Uff, che stress!

Lo stress sembra essere una condizione prettamente umana, in realtà ci sono situazioni che possono far sentire il cane a disagio, manifesta lo stress grattandosi o sbadigliando.

I miti della comunicazione del cane

Ci sono anche delle leggende popolari riguardanti i comportamenti canini, che spesso ci inducono a non capire quello che il nostro amico peloso vuole dirci. Pensiamo, ad esempio, alla monta, che solitamente associamo a un bisogno riproduttivo o di supremazia. In realtà i cani in questo modo sfogano le tensioni emotive, quindi forse ci sta dicendo che si sente a disagio o in pericolo.

linguaggio dei cani

Stesso discorso vale per il ringhio, che per l’essere umano è un’anticipazione del morso. In realtà i cani possono ringhiare per tante ragioni: affermare una proprietà, allertare riguardo a un pericolo, difendere se stessi o qualcosa che considerano di loro proprietà.

Foto di repertorio Shutterstock
@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €