Pet e neonati: consigli per una convivenza ottimale

di Redazione Quattro Zampe

pet-e-bebè

Con l’arrivo dei figli si vivono tanti cambiamenti: ecco come comportarsi con i nostri fedeli quattro zampe, per una convivenza ottimale tra pet e neonati.

Quando arriva la notizia di un lieto evento in casa, ovvero sta per nascere un bambino, la vita di tutta la famiglia viene “rivoluzionata”, in particolare quella dei nostri pet (cane e gatto) che, in genere, vengono trascurati e messi da parte. Tramite i loro sensi molto sviluppati, però, riescono ad avvertire il cambiamento all’interno del corpo della futura mamma e iniziano a percepire i movimenti del bambino.

Pet e neonati: a proposito del cane

Per quanto riguarda il nostro cane, è opportuno premettere che non è in grado di distinguere i bambini come appartenenti alla nostra specie, perché hanno forma, odore e voce differenti rispetto a noi. Ma se abbiamo instaurato una buona relazione con lui, sarà più facile fargli accettare il “nostro cucciolo” come facente parte del nostro “branco”. Per questo motivo è bene far abituare il cane il prima possibile alla nuova routine (poppate, cambio pannolino, bagnetto, ecc) per evitare traumi al momento della nascita, quindi facciamolo partecipare e premiamolo con coccole, voce dolce e cibo appetitoso, affinché associ positivamente questo nuovo cambiamento.

Una volta nato il bimbo, è opportuno portare a casa indumenti o pannolini usati, per farglieli annusare, affinché riconosca dall’odore “il nostro cucciolo” come componente della famiglia al momento del suo arrivo nella nostra casa. Ovviamente, è cosa saggia e opportuna, nonostante il nostro pet ci sembri tranquillo e sereno, non fidarci mai ciecamente e non lasciarli mai da soli.

Pet e neonati: a proposito del gatto

Se, in generale, si presta maggiore attenzione alle reazioni del vane, non bisogna sottovalutare quella del gatto. I gatti, benché per indole siano più riservati, discreti ed indipendenti, sono sempre membri della nostra famiglia e, in quanto tali, vivono e condividono i nostri spostamenti (traslochi e/o trasferimenti), come le nostre scelte di vita (convivenze, separazioni e altro) spesso in malo modo perché molto sensibili ai cambiamenti più di quanto si possa immaginare. Perciò, l’arrivo di un bebè per un gatto è davvero un evento sconvolgente, ma noi dobbiamo fare in modo che sia un momento di gioia per tutta la famiglia.

I preparativi

Per questo motivo è importante iniziare a preparare la cameretta e attrezzare gli spazi destinati alla cura del nascituro. Dunque, inseriamo il fasciatoio, il box e l’armadietto e montiamo almeno un mese prima il lettino; lo stesso discorso deve valere per il passeggino e la carrozzina.

Una volta nato, però, il nostro pet deve essere stimolato ad annusarlo ed osservarlo in modo tale da capire che è un nuovo elemento della nostra famiglia. Soprattutto deve capire che non deve esserne geloso perché l’affetto che abbiamo per lui non cambierà.

Mi raccomando: non dimentichiamo mai che avere un animale in casa è un valore aggiunto e aiuta la socializzazione del nostro bambino, quindi non “allontaniamoli” da casa perché sarebbe un vero e proprio tradimento da parte nostra verso chi ci ha sempre amato incondizionatamente.

[box style=”rounded” border=”full”]

Cosa fare con il cane
■ Per rendere più reali le simulazioni, usiamo un bambolotto
■ Usiamo da subito i prodotti per bebè caratterizzati da particolari profumazioni
■ Facciamo sentire le registrazioni di pianti di neonati
■ Acquistiamo un mese prima dalla nascita del bimbo prodotti a base di feromoni, versione diffusore da mettere nella camera del bambino e nella stanza più usata dal cane

Cosa fare con il gatto
■ Evitare di far dormire il gatto insieme al piccolo perché i gatti tendono a mettersi sul viso impedendone la corretta respirazione
■ Se il nascituro è in grado di riconoscere vari tipi di musica, farà altrettanto con le fusa del nostro gatto
■ Acquistiamo un mese prima dalla nascita del bimbo prodotti a base di feromoni,  versione diffusore da mettere nella camera del bambino e nella stanza maggiormente usata dal gatto

[/box]

Di Costanza De Palma (riproduzione vietata)

Foto ©Monkey Business Images/Shutterstock 

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Prova Gratis

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...