Pubblicità

Zampe Stanche: aiutiamo chi aiuta i cani anziani

di Redazione Quattro Zampe

Zampe Stanche Mude Pfoten

La casa delle zampe stanche, Müde Pfoten, è una realtà meravigliosa, condivisa fin dai primi giorni con Muffin, il cane pastore che nel corso dei tredici anni della sua vita diventerà il compagno adorato e inseparabile di Mary. Una coppia l’aveva lasciato da cucciolo in pensione da lei, senza venirlo mai più a riprendere. Quando Muffin, però, non andava d’accordo con un potenziale ospite della pensione, Mary doveva disdire. “Dopo aver cercato a lungo ho trovato questa casa”, racconta Mary indicando la sua “Casa nel bosco”.

Muffin e MariaEra buia, gli spazi minuscoli e sporchi, mancavano perfino l’acqua e la luce”. Con l’aiuto di amici, la casa è stata rinnovata divenendo un’accogliente dimora per Mary e i cani. Tutt’intorno, a mo’ di satelliti, spiccano delle case di legno di varie dimensioni.

Ex-ripostigli, oggi comode casette per i cani

Alcune erano ripostigli per gli attrezzi da lavoro e sono state trasformate in comode casette per i cani, altre sono state portate lì in seguito: ad esempio, una roulotte di legno riverniciata in blu, che sembra un vero e proprio pezzo di design. Le costruzioni sprigionano una piacevole atmosfera, grazie alle pareti variopinte e ai vecchi divani sui quali i cani amano sonnecchiare.

C’è perfino la musica, che risuona da piccole radio e serve a distrarre cani timorosi. Anche i nomi di queste dimore sono associati a ricordi o ne descrivono le caratteristiche: la “Yogi Ranch”, il “Nido di Agathe”, la “Dimora di Smudu”, la “Suite dei musi di pelliccia”, la “Villa” e anche la “Cuccia delle zampette”, la “Galleria” e la “Residenza dei saltatori” (il cui recinto di legno è particolarmente alto). A proposito di recinti: tutte le abitazioni sono circondate da enormi terreni recintati, in cui i cani possono correre, giocare e riposare.

I musetti grigi dei cani anziani e l’associazione “zampe stanche”

NaimaLa grande passione di Mary sono i cani anziani. “Quando vedo un musetto grigio, m’innamoro subito”, precisa raggiante, “e spesso hanno alle spalle esperienze tristi e dolorose”. Anni fa, per poterne accogliere almeno una decina, ha fondato l’associazione “Müde Pfoten – Zampe stanche” con alcuni amici: si finanzia tramite donazioni e adozioni a distanza per permettere ai cani anziani di vivere l’ultimo periodo della loro vita accuditi e amati. Di solito provengono da tristi canili di vari Paesi europei, dove vegetano e finiscono per venire soppressi se nessuno li salva.

Spesso arrivano alla “Casa nel bosco” dopo un lungo periodo, durante il quale tante persone hanno mosso mari e monti, soprattutto tramite i social media, per riuscire a tirarli fuori da questi luoghi, per organizzarne il viaggio, dotarli di documenti ecc

Anche quattro zampe da germania e austria

Fra le “Zampe stanche” vi sono però anche cani anziani provenienti dalla Germania o dalla vicinissima Austria, che hanno perso le loro famiglie per le ragioni più svariate. Al momento le “Zampe stanche” che vivono da Mary sono dieci, otto abitano insieme a lei nella “Casa nel bosco” e due nella “Suite dei musi di pelliccia”.

Volontari, aiuti e collette: indispensabili

AgatheUna vita del genere non è un’impresa facile, il lavoro è pesante e interminabile, sette giorni su sette, senza vacanze, né la possibilità di rilassarsi come sarebbe necessario. Servono una schiera di amici e volontari che diano una mano. Infatti, dietro le quinte sono in tanti ad aiutare nell’ambito delle proprie possibilità: c’è chi passa le sere a preparare portachiavi fatti all’uncinetto, a cucire borse, coperte e cuscini per cani e gatti, chi prepara dolci e biscotti ecc. da vendere, poi, nei mercatini, in maniera da devolvere il ricavato delle vendite alle “Zampe stanche”.

Altri organizzano collette o raccolgono doni di Natale scelti su misura per i cani anziani. Altri si occupano dei siti web e della pagina facebook. Bisogna poter contare anche sui veterinari, disposti a venire nella “Casa nel bosco” sempre quando è necessario – quasi nessuno di questi cani invecchia in piena salute, il passato ha lasciato cicatrici indelebili nel corpo e nell’anima.

Attenzioni continue e cani disabili

Le notti di Mary sono brevi, l’insonnia è una costante alla quale non ci si abitua mai. I cani anziani richiedono attenzioni continue, soffrono d’incontinenza, necessitano di medicine e si lamentano quando non stanno bene. Bisogna alzarsi spesso per controllare. Questo vale soprattutto per due di loro, Francesca e Sierra, che hanno le zampe posteriori paralizzate. Anche il conflitto interiore alla vista delle migliaia di cani bisognosi di aiuto mostrati in Internet non è da sottovalutare.

Ogni giorno arrivano decine di richieste da parte di persone che vorrebbero salvare cani in difficoltà e sperano in un posto nella “Casa nel bosco”. Ovviamente è impossibile accoglierli tutti, ma dover scegliere non lascia indifferenti.

Occhi pieni di gratitudine e tanta commozione

Mude PfotenServono coraggio e una forza di volontà imperturbabile.

A ripagare sono sicuramente gli sguardi felici pieni di gratitudine e i momenti commoventi: come, ad esempio, quando il piccolo Sete, talmente timido da non lasciarsi mai toccare neanche dopo tanti anni trascorsi da Mary, acconsente all’improvviso a farsi accarezzare per qualche secondo. Oppure quando Cometa, dagli occhioni dolci e dalle grandi orecchie morbidissime, corre spensierata lungo i sentieri, dopo aver trascorso otto anni della sua vita quasi immobile, nello spazio minuscolo di un canile. Se vi pare poco …

Aiutiamo il rifugio!

L’Associazione Müde Pfoten e.V. è ufficialmente riconosciuta e si finanzia tramite adozioni a distanza e donazioni. Le donazioni vengono utilizzate per il cibo, gli ausili per i cani disabili, le medicine, le operazioni ed anche per finanziare il mantenimento delle dimore, dei recinti e l’allestimento di nuovi spazi.

Chi desidera aiutare può farlo mediante un bonifico bancario intestato a:

Müde Pfoten e.V.

Iban: DE33710200720373507008

Bic: HYVEDEMM410

 

 

testo e foto di Rachele Z. Cecchini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Quattro Zampe su Instagram