Sphynx

di Giulia Settimo

Oltre che per il corpo praticamente glabro, ricoperto solo da una finissima peluria, e per le rughe della pelle, particolarmente evidenti intorno alle spalle, al muso e alle caratteristiche orecchione nude, l’aspetto di questo gatto si distingue anche per le zampe grandi, con cuscinetti molto sviluppati. Nonostante la sua apparente fragilità, è un animale sano e robusto, solo particolarmente sensibile al freddo: non va tenuto sotto una campana di vetro ma, più semplicemente, in un ambiente a temperatura confortevole. Per questo motivo, oltre che per l’indole estremamente domestica, deve vivere in casa, dove può trovare copertine, cucce, divani e tutto il necessario per riposare nel tepore casalingo. La lunga selezione prettamente domestica ha fatto di lui un gatto ‘poco felino’ che non si può lasciar scorrazzare liberamente all’esterno, dove si metterebbe facilmente in pericolo. Allegro, vivace e amante del gioco, tra le mura domestiche deve, però, avere a disposizione spazi e strutture che gli consentano di saltare, arrampicarsi e correre.

Molto intelligente e sensibile, adora stare con le persone e con gli altri animali: gradisce qualsiasi genere di compagnia, perché non sopporta la solitudine.

Partecipa intensamente alla vita della famiglia, della quale si sente membro a tutti gli effetti: si considera il ‘piccolo’ di casa e vuole essere oggetto di continue attenzioni. Impossibile, quindi, insegnargli a non dormire sul letto, a non mangiucchiare le pagine del libro mentre si legge, a non strusciarsi sul viso delle persone per manifestare tutto il suo affetto, a non lamentarsi se lo si lascia a lungo da solo. Perciò, prima di adottare un cucciolo di questa razza, meglio chiedersi se si è davvero disposti a convivere con un gatto impegnativo. È adatto a chi ha tanto tempo da dedicargli e lo fa con piacere, desideroso di creare con lui un legame ancora più stretto.

In più, chi sceglie lo Sphynx non si troverà divani e poltrone pieni di peli, ma dovrà imparare a gestire la sua secrezione oleosa.

La pelle di questo gatto ha, infatti, una produzione sebacea che, non essendo assorbita dal pelo, va tenuta sotto controllo con un bagno ogni due settimane e una delicata pulizia quotidiana (con una spugnetta umida), per rimuovere l’untuosità secreta naturalmente (una scarsa igiene provocherebbe l’insorgenza di cattivi odori). Bisogna lavarlo con un sapone neutro per neonati e poi asciugarlo delicatamente, tamponando con un asciugamano morbido, senza strofinare la cute. Musetto, zampine e pancia vanno detersi tutti i giorni con salviette umidificate. Una volta alla settimana è necessario pulire con molta delicatezza anche le grandi orecchie nude, perché la mancanza di pelo aumenta la formazione di cerume. Fin dall’antichità, succede talvolta che da una cucciolata di gattini normali nasca un micio completamente nudo, a causa di una mutazione spontanea.

Nel 1902, una coppia del New Mexico ricevette da alcuni indigeni due piccoli felini nudi (si raccontava fossero gli ultimi superstiti di un’antica razza allevata dagli aztechi), che non diedero però origine a una discendenza. Si scoprirono, poi, altri casi simili: nel 1936 in Carolina del Nord, nel 1938 e nel 1950 in Francia. Ma l’origine della razza Sphynx viene fatta risalire al 1966, quando in Ontario (Canada) una normalissima gatta bianca e nera diede alla luce una femminuccia dello stesso colore, ma completamente nuda, alla quale venne dato il nome di Prune. Da allora in varie parti del mondo sono nati nuovi cuccioli nudi e alcuni di loro, considerati i capostipiti della razza, compaiono nella maggior parte dei pedigree. Negli ultimi decenni si è lavorato molto sugli incroci, affinché il pool genetico della razza possa allargarsi, in modo da scongiurare le malattie che possono insorgere quando c’è un forte fattore di consanguineità tra le varie linee di sangue.

Scheda tecnica razza gatto Sphynx

  • Razza: Sphynx
  • Origine: 966, America del Nord, Europa
  • Ascendenza: Comuni gatti domestici senza pedigree
  • Peso: 3,5-7 kg
  • Ibridazioni: Solo saltuariamente, Europeo o American Shorthair
  • Temperamento: Vivace, espansivo, affettuosissimo, addirittura un po’ pressante

Caratteristiche del gatto Sphynx

  • Testa: a forma di cuneo dai contorni arrotondati, leggermente più lunga che larga, con profilo dritto o leggero stop e zigomi molto prominenti; i baffi, quando non sono del tutto assenti, sono corti e spessi
  • Orecchie: molto grandi, diritte, con attaccatura larga alla base e appena arrotondate alle estremità, sono una caratteristica distintiva della razza; il padiglione interno è privo di peli
  • Occhi: Con espressione vivace e taglio a mandorla, leggermente obliqui verso il naso, di colore verde intenso e luminoso (tranne nei soggetti bianchi, che possono averli verde luminoso, blu intenso o impari, uno verde e uno blu)
  • Corpo: di media lunghezza, forte e muscoloso, con petto ben sviluppato e addome pieno (come un gatto che abbia appena finito di mangiare)
  • Pelle: scamosciata al tocco, può essere di qualsiasi colore, incluse le varietà con bianco; ricoperta da una finissima peluria, che ricorda quella della pesca
  • Zampe: di media lunghezza, con piedi ovali e dita prominenti, lunghe e sottili; i cuscinetti plantari, particolarmente spessi, danno l’impressione che il gatto cammini su ‘cuscinetti d’aria’
  • Coda: di lunghezza proporzionata al corpo, spessa alla base si affina verso l’estremità; è spesso ricoperta da qualche pelo e può avere un ciuffetto all’estremità

Impegno richiesto per il gatto Sphynx

Innamoratissimo del padrone, detesta la solitudine e non tollera sentirsi trascurato; la sua pelle, priva di pelo, richiede un’igiene accurata e costante.

Cure mediche per lo Sphynx

È un gatto sano e robusto, ma freddoloso: deve vivere in appartamento, dove può trovare copertine, cucce, divani e tutto il necessario per riposare al caldo.

Socialità del gatto Sphynx

Affettuosissimo, coccolone, molto sensibile, sempre presente nella vita della famiglia e perfino un po’ invadente.

Pelle del gatto Sphynx

Ha una produzione sebacea che va tenuta sotto controllo con un bagno ogni due settimane e una delicata detersione quotidiana: una scarsa igiene provocherebbe l’insorgenza di cattivi odori e untuosità.

Approfondimenti:

Vuoi conoscere altre razze feline? Guarda la nostra sezione interamente dedicata alle razze dei gatti

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Prova Gratis

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...