Pubblicità

EXPO: “off limits” per gli animali

di Maria Paola Gianni

Vietare l’ingresso al migliore amico dell’uomo, ormai, vincola una persona su tre. Proprio perché una famiglia su tre, in Italia, convive con un animale d’affezione. E lasciarlo solo a casa può diventare un problema. Eppure se ci si presenta all’Expo di Milano con un cane al seguito è impossibile varcare l’ingresso: lui non entra. Le polemiche non si sono fatte attendere, anzi, erano già state annunciate. Prima fra tutti, l’esponente di Forza Italia, Michela Vittoria Brambilla, che a margine dell’incontro a Milano “Expo e animali: un’occasione perduta?”, ha tu nato: “È stato un atto di grande miopia non solo l’aver vietato l’ingresso ai cani, ma anche non aver nemmeno previsto nelle zone adiacenti aree dove poterli lasciare”. E ancora: “Ci sono state diverse offerte di strutture private che vogliono mettere a disposizione aree dove tenere gli animali”, ha aggiunto Brambilla, “ce ne sono moltissime, certo bisognerebbe anche che il Comune di Milano si adoperasse”. L’incontro “Expo e animali: un’occasione perduta?” è stato organizzato dalla Lega italiana in difesa animali e ambiente, di cui l’ex ministro è presidente, in collaborazione con l’Associazione italiana turismo responsabile.

IL COMUNE DI MILANO: 32 STRUTTURE CERTIFICATE

Dove lasciare Fido e Micio mentre si visita l’Expo? A Milano è possibile fare affidamento su trentadue luoghi dedicati, replica il Comune, che offrono un servizio di ospitalità e di pensione per cani, gatti e perfino per i rettili. Un’opportunità importante per chi ha con sé un amico a quattro zampe. Tra questi, otto sono gli asili dedicati esclusivamente ai cani, sei per i gatti mentre i restanti offrono soluzioni miste (l’elenco completo su www.comune.milano.it).

“Abbiamo pensato ai tanti visitatori che vengono in città per l’Expo e che, magari, hanno bisogno di trovare uno spazio sicuro, accogliente e pieno di affetto dove lasciare il proprio amico a quattro zampe per qualche ora o, addirittura, per qualche giorno”, precisa l’assessora con delega alle politiche animali, Chiara Bisconti, “Milano è una città amica degli animali: ecco perché l’Amministrazione comunale ha certificato 32 spazi dedicati, dove poter affidare in totale sicurezza il proprio cane o il proprio gatto, che vanno considerati a tutti gli effetti componenti della famiglia. Abbiamo voluto mettere in rete l’elenco, offrendo così un servizio utile a molte persone”.

 

a cura di Maria Paola Gianni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Pubblicità

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Come calcolare l’età del gatto in anni umani

Per calcolare l’età del gatto in anni umani, è molto di...

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Come calcolare l’età del cane in anni umani

Nel calcolare l'età del cane, comunemente si crede che...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Quattro Zampe su Instagram