Pubblicità

I politici italiani in aiuto della Guardia Forestale

di Maria Paola Gianni

 

Abbiamo già visto in un precedente articolo il pericolo di accorpamento che grava sulla Guardia Forestale, eppure sono in molti i politici a essersi schierati contro questa minaccia. In una nota congiunta, i deputati Pd Massimo Fiorio, Luciano Agostini, Susanna Cenni ed Alessandra Terrosi, della commissione agricoltura della Camera, affermano che “l’attività svolta fino ad oggi dal Corpo forestale dello Stato è indispensabile. La tutela del ‘made in Italy’ e la sicurezza dei cittadini e dell’ambiente non possono essere sacrificati in nome di una riduzione avventata della spesa pubblica che rischia di causare, nel medio e lungo periodo, gravissime perdite economiche e sociali”.

Tutti contrari all’accorpamento

1Tutti contrari, da Silvio Berlusconi di Forza Italia a Sel: “Siamo ferocemente contrari, paradossale che si vada a toccare l’unica polizia specializzata in reati ambientali”, commenta “, Loredana De Petris di Sel. Boccia l’accorpamento anche il Movimento 5 Stelle: “Si tratta di una forza altamente specializzata per contrastare i crimini ambientali, con compito di controllo e sicurezza sul territorio e per il settore agroalimentare”. Nel dibattito è intervenuto anche Ermete Realacci, presidente della commissione ambiente della Camera: “La specificità, le competenze e le professionalità del Corpo forestale dello Stato non possono essere disperse. Proprio le specificità, le competenze e le professionalità della Forestale, infatti, in questi anni sono state essenziali su molti fronti come la difesa del territorio, il contrasto alle attività illegali in campo ambientale e alle ecomafie”.

Perché Corpo forestale è riuscito sempre a sopravvivere?

Semplicemente perché nessuno è in grado ancora oggi di assolvere a tutti quei delicati compiti di difesa dell’ambiente. E nessuno lo potrebbe ad oggi sostituire. C’è poi verso questi uomini che vestono la giubba verde un rispetto e un’ammirazione altissimi, un alto grado di fiducia degli italiani, il 64,6 percento, soprattutto di quelli che abitano nelle zone rurali e montane e sempre più dei cittadini delle metropoli che ne apprezzano l’impegno contro l’inquinamento, il maltrattamento animale e la sicurezza agroalimentare. In questo periodo le emergenze ambientali più importanti come la “Terra dei Fuochi” in Campania e la “Xylella” in Puglia sono gestite dai Forestali per espressa volontà del governo, lo stesso che ora vuole sopprimere il Corpo.

Vuoi saperne di più?

Abbiamo parlato della “minaccia” portata alla Guardia Forestare in un ampio articolo presentato nel numero di giugno del nostro giornale. Se te lo sei perso, se vuoi rileggerlo, puoi scaricare gratuitamente la nostra App e consultare gli arretrati. Basta andare a questo collegamento.

di Maria Paola Gianni – foto Archivio Corpo Forestale dello Stato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

Fa la pipì sul divano

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Hotel Marina

L’Hotel Marina è il primo hotel certificato FCC Welcom...

Quattro Zampe su Instagram