Pubblicità

Le 10 punizioni per chi maltratta

di Redazione Quattro Zampe

10sanzioni_maltrattamenti

Ci sono 10 casi “tipici” di maltrattamento, previsti dalla Legge Italiana. Eccoli elencati e, di fianco, le sanzioni a cui vanno incontro i responsabili.

 

  1. Chi uccide un animale rischia la reclusione da 3 a 18 mesi
  2. Chi maltratta un animale rischia la reclusione da 3 mesi a 1 anno e una multa da 3mila a 15mila euro
  3. Chi somministra sostanze stupefacenti agli animali o li sottopone a trattamenti che causano danni alla loro salute rischia la reclusione da 3 mesi a 1 anno e una multa da 3mila a 15mila euro
  4. Chi organ10casi_maltrattamentiizza o promuove spettacoli o manifestazioni che comportano sevizie per gli animali è punito con la reclusione da 4 mesi a 2 anni e con la multa da 3mila a 15mila euro; tale pena è aumentata fino alla metà se le manifestazioni sono esercitate in relazione a scommesse clandestine o se ne deriva la morte dell’animale
  5. Chi promuove, organizza o dirige combattimenti o competizioni non autorizzate tra animali, con pericolo per la loro integrità fisica, rischia la reclusione da 1 a 3 anni e la multa da 50mila a 160mila euro. Tale pena è aumentata fino alla metà se le attività sono compiute in concorso con minorenni o persone armate, se sono promosse tramite video, riproduzioni o altro materiale contenente scene dei combattimenti o delle competizioni e se vi è la ripresa o la registrazione delle stesse
  6. Chi addestra gli animali destinati ai combattimenti è punito con la reclusione da 3 mesi a 2 anni e con la multa da 5mila a 30mila euro
  7. Chi abbandona animali domestici o comunque abituati alla cattività e chi li mantiene in condizioni incompatibili con la loro natura rischia l’arresto sino a 1 anno o l’ammenda da 1.000 a 10mila euro
  8. Vanno ricordate anche le normative regionali e comunali, che prevedono a livello locale ulteriori restrizioni o disposizioni per quanto riguarda la detenzione di animali di affezione, al fine di assicurare il loro benessere
  9. Dal 2010 il Codice della Strada (art.189, comma 9 bis) stabilisce l’obbligo per chi causa un incidente, o comunque ne rimane coinvolto, di intervenire per soccorrere gli animali eventualmente feriti, e prevede sanzioni amministrative per chi trasgredisce
  10. Per quanto riguarda il coinvolgimento di animali in atti sessuali, non esiste una specifica normativa e quindi viene fatto rientrare nei reati di maltrattamento e detenzione in condizioni incompatibili con la loro natura (artt. 544 ter e 727 codice penale).

Nel numero di febbraio del nostro giornale abbiamo trattato ampiamente l’argomento dei maltrattamenti verso gli animali. Se l’hai perso puoi scaricare la App da questo collegamento e leggere tutti gli arretrati.

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Cane sul letto. Si o no?

È un momento di sana condivisione che spetta a noi sce...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Coccole sì, ma non troppe

I gatti sono imprevedibili, sornioni, coccoloni, imper...

7 modi per dirti ti amo

Molti ancora non ci credono eppure non c’è alcuna ombra...

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

Quattro Zampe su Instagram