Le emozioni dimenticate

di Roberto Marchesini

Oltre alla paura o alla rabbia, cani e gatti provano anche gelosia e rancore, è indispensabile da parte nostra fare attenzione anche a questi loro sentimenti, evitando di ferire la loro emozionalità sociale

La dimensione emozionale del cane e del gatto rappresenta un argomento che sempre più interessa non solo i ricercatori che si occupano di etologia, ma anche le persone che vivono con questi animali, avendo compreso l’importanza della risposta emozionale nel modo di esprimere i diversi comportamenti.

Cane esuberante, gatto riflessivo

È risaputo, per esempio, che cane e gatto abbiano due profili emozionali un po’ differenti, se confrontiamo l’esuberanza e l’ostinazione del cane nel cercare di raggiungere un obiettivo e, viceversa, la pazienza e la curiosità che porta il micio a un assetto assai più riflessivo. Nello stesso tempo tutti sanno che non si può parlare di cane o di gatto al singolare, perché esiste l’individualità e, in particolar modo, la personalità affettiva del soggetto che rende un animale più aperto o più chiuso, più o meno sicuro, più sensibile o reattivo: per questo parliamo di carattere emozionale

Articolo pubblicato su Quattro Zampe marzo 2021

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

Filaria e leishmania addio!

Da anni filariosi cardiopolmonare e leishmaniosi sono...

Fa la pipì sul divano

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Quattro Zampe su Instagram