Pubblicità
Pubblicità

Pastore Maremmano Abruzzese

di Matteo De Pascale

Pastore Maremmano Abruzzese
È un cane molto legato al suo padrone, con il quale instaura un rapporto profondo

È forse il più antico cane che ha affiancato il genere umano. Il vero amico dell’uomo da centinaia di anni ormai. Valido e insostituibile lavoratore, compagno di vita e di affetto. Forte come un lupo, bianco come un agnello

Il Pastore Maremmano Abruzzese affascina per mille motivi: è un cane nato per il lavoro con il gregge, sin dall’antichità gli veniva richiesta forza, resistenza, autonomia decisionale, coraggio. Ancora oggi dà il meglio di sé quando protegge il gregge. Ecco perché in famiglia è un guardiano incorruttibile, pronto a dare la vita pur di difendere i suoi cari e le cose, gli animali o le persone che gli vengono affidati. È impressionante vedere con quanta dedizione porta avanti il suo compito che ritiene una vera e propria missione. Non è certo un cane avvezzo alla sottomissione, ma instaura con il suo riferimento umano un legame fortissimo che non può non lasciare ammirati e commossi.

Pubblicità
Pastore Maremmano Abruzzese
ll Maremmano Abruzzese è anche un ottimo cane da compagnia, basta rispettare le sue esigenze etologiche: apprezzerà coccole, agi e attenzioni

Il suo umano, però, dovrà avere esperienza, perché il Pastore Maremmano Abruzzese è un po’ testardo e talmente protettivo da mostrarsi diffidente verso gli sconosciuti, tanto è vocato alla sua smania di protezione. La cosa migliore è far socializzare fin da piccolo questo cane e fargli frequentare delle puppy class…

La scheda

Dotato di forte costruzione e grande mole, aspetto rustico, maestoso e distinto

RAZZA: Pastore Maremmano Abruzzese
ORIGINE: Italia
IMPIEGO: Cane da pastore, da guardia e anche da compagnia
TAGLIA: Maschio: da 67 a 73 cm; femmina: da 62 a 70 cm
PESO: Maschio: da 40 a 52 kg; femmina: da 35 a 45 kg
COLORE: bianco unicolore, sono tollerate limitate sfumature avorio, arancio pallido e limone

Articolo pubblicato su Quattro Zampe di maggio 2022

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti