Pubblicità

Sacro di Birmania: sua grazia felina

di Giulia Settimo

Sacro di Birmania

Non sappiamo se il Sacro di Birmania provenga davvero dall’Asia Sudorientale, perché sulle sue origini si intrecciano notizie storiche, leggende e un certo alone di mistero, da cui gli è derivato anche l’appellativo di ‘sacro’. In ogni caso, il risultato è un incantevole felino dal portamento elegante, vestito di un mantello semilungo, soffice e setoso, delicatamente sfumato alle estremità. L’espressione del muso, dolce e intelligente, è resa più intensa dagli occhi blu, che illuminano la maschera, più scura rispetto alla tonalità di base del pelo.

Sacro di Birmania: guantini caratteristici

Particolari distintivi di questo gatto sono poi la folta coda a pennacchio e, soprattutto, i ‘guantini’ bianchi, da vero ‘gentilgatto’, sulle quattro zampe. Grazia ed eleganza spiccano anche nei suoi modi e nei suoi atteggiamenti: miagola con una voce delicata e sommessa, cammina con le punte dei piedi aperte verso l’esterno, come una ballerina e, quando si rilassa, allunga le zampine anteriori, mettendo in bella mostra i raffinati guanti bianchi All’armonia esteriore del Sacro di Birmania corrispondono un’indole discreta e tranquilla, un carattere affettuoso, sereno ed equilibrato, una notevole intelligenza e la capacità di legarsi profondamente ai compagni umani, riempiendoli di attenzioni. Garbato e facilmente educabile, ama la casa, le comodità e la vita regolare, ma si adatta facilmente anche a luoghi diversi dalla sua dimora abituale (seconde case, alberghi, pensioni per animali), tollerando benissimo viaggi e spostamenti).

Quasi un cagnolino

Si comporta quasi come un cagnolino, sempre molto presente: gioca volentieri al riporto e fa le feste ai membri della famiglia. Impara subito ad aspettare dietro la porta il rientro delle persone alle quali vuol bene e, naturalmente, a dormire sul loro letto. A volte un po’ timido con gli estranei, con ‘parenti’ e amici è invece socievolissimo, vivace e curioso, addirittura un po’ asfissiante per la sua instancabile voglia di giocare.

Straordinariamente mite, non si ribella mai: si lascia accarezzare pazientemente anche dai bambini e, se le loro attenzioni diventano moleste.

Leggi la nostra scheda tecnica sul Sacro di Birmania

 

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Quando un cane mangia poco: le cause dell'inappetenza

Perché il cane beve tanto? 4 motivi oltre la sete

A volte non è solo questione di sete. Vediamo perché il...

Fa la pipì sul divano

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

coda gatto significato

10 movimenti della coda del gatto da interpretare

Per noi umani comunicare è semplice, oltre alla capacit...

Filaria e leishmania addio!

Da anni filariosi cardiopolmonare e leishmaniosi sono...

Quattro Zampe su Instagram