Pubblicità

British Shorthair

di Giulia Settimo

British Shorthair
l British Shorthair è famoso per aver ispirato il personaggio dello Stregatto in “Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Carroll

In origine il British Shorthair era il comune gatto inglese di casa e di fattoria. Dopo l’accurata selezione degli esemplari più belli, oggi è considerato uno dei felini più blasonati

Ancora poco diffuso nel nostro paese, questo piccolo felino è comunque molto apprezzato per la sua bellezza e l’ottimo carattere. Fiero e indipendente ma, al tempo stesso, gentile, equilibrato, calmo e ‘responsabile’, si affeziona moltissimo alla famiglia che lo accoglie, è socievole anche con gli estranei e accetta senza problemi la convivenza con altri amici a quattrozampe.

British Shorthair
Il muso rotondo, le guance piene, gli occhioni spalancati gli danno un’espressione da orsacchiotto

Estroverso, vivace con giudizio, intelligente e giocherellone, dolcissimo con le persone anziane e paziente con i più piccini, quasi sempre disposto a farsi coccolare, è un perfetto animale da compagnia, facile da gestire e da educare, capace di apprezzare moltissimo tutti i comfort di una casa, dove trova riparo, affetto e buon cibo (è decisamente goloso)…

La scheda

Occhi tondi, guance paffute, agile e muscoloso, corpo compatto, poco adatto ad acrobazie e arrampicate

RAZZA British Shorthair
ORIGINE Gran Bretagna, 1880-1890
ASCENDENZA Comuni gatti di casa e di fattoria
ALTRI NOMI British Blue, Britannico Blu
PESO 4-5 kg la femmina, 7-8 kg il maschio
IBRIDAZIONI Nessuna
TEMPERAMENTO Autonomo, gentile, poco esigente

Articolo pubblicato su Quattro Zampe di luglio 2024

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti