Pubblicità

Dogtrekking tra le vigne di Franciacorta

di Maria Paola Gianni

Dogtrekking

In Franciacorta, in un territorio da sogno con vigneti e aziende agricole delizione, i nostri amici a quattro zampe sono accolti con calore e non si annoieranno di certo praticando un po’ di dogtrekking.

Siamo nell’azienda agricola Castelveder, nel cuore della Franciacorta, a Monticelli Brusati, in provincia Brescia. Qui troviamo una cantina davvero dog-friendly. I padroni di casa, infatti, sono lieti di guidare i fortunati visitatori tra vigne e cantine, in compagnia del proprio quattro zampe.

Anzi, ad accoglierci è Ginger, uno splendido Bracco, molto esuberante e affettuoso, un concentrato di energia che dà un benvenuto tutto particolare, tra scondinzolii e simpatiche annusatine.

La famiglia Alberti è pronta a portarci in giro, presentando il territorio e illustrando il metodo di produzione del famoso Franciacorta docg, con le sue tecniche di vinificazione.

E tutto questo con un’accoglienza pet-friendly così ancora poco diffusa tra le cantine d’Italia.

Il bello è che nell’area attorno all’azienda Casteveder ci sono splendidi percorsi a piedi tra valli rigogliose, panorami mozzafiato, boschi, ruscelli e riserve naturali.

Camilla Alberti ci indica dove andare e quali passeggiate percorrere per divertirsi col cane.

dogtrekkingNoi siamo andati a trovarla, insieme a Domenico Sarleti di TripDoggy e al suo splendido Sirio, un dolcissimo simil-Border Collie e abbiamo percorso una bella passeggiata tra boschi, ricca vegetazione e vigneti in terra di Franciacorta.

L’accoglienza è stata davvero al top, splendida e altamente professionale, da provare assolutamente. E i vini assolutamente eccellenti.

Dogtrekking

Le vie del Franciacorta sono ormai un “cult” del “winetrekking”. E un’opportunità in più per i “wine lovers” che amano davvero i loro amici a quattro zampe e vogliono offrire ai loro cani l’opportunità di correre senza guinzaglio e praticare del sano dogtrekking.

Ecco, dunque, che il winetrekking passa per le vigne di Franciacorta e si snoda nei 34 ettari della tenuta dell’Azienda Al Rocol di Ome (Brescia), che ha mappato i percorsi più belli dal punto di vista paesaggistico e anche atletico-sportivo.

Fattoria didattica e corsi

L’azienda agricola Al Rocol, inoltre, offre ai più piccoli la possibilità di riscoprire le tradizioni contadine e i sapori genuini dei prodotti del territorio nel pieno rispetto della natura e dell’ambiente.

I bambini, sempre accompagnati dai genitori, possono passeggiare nella fattoria e accarezzare gli asinelli, le caprette, i simpatici coniglietti, i maiali pasticcioni e le paperelle.dogtrekking

I più grandi, invece, possono fermarsi nella cantina-enoteca, partecipare a corsi didattici sul vino o sull’olio, oppure sperimentare nella cucina dell’agriturismo, sempre assistiti dallo chef Fabio Orizio e Daniela, la fantastica padrona di casa, gustose ricette della tradizione bresciana.

In provincia di Brescia

Ma dove ci troviamo esattamente? La Franciacorta è una zona ristretta della Provincia di Brescia posta a sud del lago d’Iseo e compresa fra il fiume Oglio, emissario del lago, l’autostrada Milano-Brescia e la via che da Brescia porta in Vallecamonica.

È un terreno ricco di magni che colline, in un panorama antico e familiare, conservato attraverso i secoli, dove le splendide ville rinascimentali e i castelli medioevali delle famiglie patrizie bresciane si alternano con piccoli paesi.

Strada del Franciacorta

In questi splendidi scenari naturalistici nel 2000 nasce l’associazione Strada del Franciacorta che mira a promuovere e sviluppare le potenzialità turistiche del territorio, in particolare, quelle legate all’enogastronomia: un punto di riferimento per turisti, sia singoli che gruppi, tour operator, agenzie di viaggi, guide e accompagnatori turistici, garantendo loro un supporto organizzativo per ricevere informazioni e servizi, costruire itinerari e scoprire più da vicino le svariate opportunità che quest’area, da sempre vocata alla viticoltura, situata tra il lago d’Iseo e la città d’arte di Brescia, può offrire.

Tanti e davvero variegati i percorsi a piedi, in compagnia del pet. Come l’itinerario a piedi di Monte Orfano”, lungo poco più di cinque chilometri da percorrere in circa due ore e mezza.

dogtrekkingOppure un’escursione ancora più breve e facile, dal paese di Erbusco, adatta a tutte le famiglie, che attraversa i vigneti su comode strade, con dislivello minimo: dura solo un’ora e mezza, per chi non volesse impiegare troppo tempo, ma comunque intenda conoscere e apprezzare il territorio.

Da consigliare anche un altro itinerario semplice, di circa due ore e mezza di passeggiata, lungo otto chilometri, che parte nei pressi dell’oratorio di Borgonato dedicato ai Santi Francesco e Chiara situato in via Cavour, qui c’è anche un parcheggio e, a circa trecento metri, la stazione ferroviaria. Per cui è facilmente raggiungibile.

Boschi e torrenti

Chi preferisce, invece, andar per boschi e torrenti, può arrivare al paese di Monticelli Brusati (non senza andare a trovare l’azienda agricola pet- friendly Castelveder) e lasciare l’auto in uno dei piccoli parcheggi tra il paese e le frazioni di Gaina o Foina.

A Gaina va raggiunta la piccola piazza dove, in prossimità di una fontanella e di una madonnina, c’è una stradina a sinistra, indicata anche dal cartello “Sc”. Dopo cento metri inizia la strada sterrata da dove si seguono i vigneti e gli ulivi no al cartello che indica il percorso: “Variante A” (più facile e che consigliamo), che prosegue nel bosco e solo in seguito guada il torrente Gaina.

In due ore e mezza si percorrono quasi quattro chilometri di natura e relax, dove il nostro cane potrà rinfrescarsi e annusare i numerosi profumi e odori del luogo.

Torrente gandovese

Altra passeggiata, questa volta di un’ora e un quarto per quasi tre chilometri: lungo il Torrente Gandovese e quasi tutta asfaltata, adatta alle famiglie, interamente su una comoda strada di breve lunghezza e con un dislivello minimo.

Dal paese di Ome, proprio dove si trova l’agriturismo “Al Rocol”, si raggiunge la frazione Valle,

parcheggiare all’entrata e attraversare la piccola frazione passando davanti alla Chiesa e ad altri edifici tipici del centro (sarà facile individuarli perché ci sono diversi cartelli didattici sul posto).

Seguire le indicazioni per “Orto botanico delle conifere coltivate” e costeggiare il torrente Gandovere.

dogtrekking5Da qui si potrà raggiungere la “torre di Ertina” di epoca medievale e il “mulino di Er- tina”, stessa epoca, raggiungibile con una piccola deviazione a sinistra, su una stradina sterrata. Si arriva, poi, al momento del relax, nell’area pic-nic “Paradiso”.

Cantina Solive

Altra location pet-friendly è la “Cantina Solive“, situata nel comune di Erbusco.

Qui è possibile seguire degustazioni guidate in compagnia del pet. Le Tenute dell’azienda agricola Solive si estendono su una superficie di trenta ettari nei comuni di Torbiato, di Adro e Cortefranca.

Ben ventotto ettari sono oggi adibiti a vigne, nella varietà dei vitigni Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Nero, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Nebbiolo e Merlot.

Non resta che augurare a tutti buone degustazioni, ma con moderazione.

 

 

 

A cura di Maria Paola Gianni
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Cane sul letto. Si o no?

È un momento di sana condivisione che spetta a noi sce...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Coccole sì, ma non troppe

I gatti sono imprevedibili, sornioni, coccoloni, imper...

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

7 modi per dirti ti amo

Molti ancora non ci credono eppure non c’è alcuna ombra...

Quattro Zampe su Instagram