Pubblicità

Allergie stagionali negli animali: arriva l’app che aiuta a prevenirle

di Redazione Quattro Zampe

allergie stagionali cane e gatto

Come per le persone, anche per gli animali alcuni periodi dell’anno sono particolarmente fastidiosi a causa delle allergie stagionali. Starnuti, occhi gonfi e muco nasale sono i sintomi più classici che si riscontrano nell’uomo, ma cosa succede ai pet?

Sintomi allergici nel cane

Quando un cane soffre di allergie stagionali i sintomi sono di facile intuito, quindi, non spaventatevi se notate questi comportamenti nel vostro peloso:

  • si sfrega il naso su qualsiasi superficie disponibile;
  • si lecca le zampe con frequenza;
  • si gratta ripetutamente, soprattutto le orecchie e nelle zone intorno a occhi e bocca.

Uno dei rischi a cui è esposto il tuo peloso è una conseguenza di questi suoi comportamenti, in quanto, grattandosi e sfregando eccessivamente alcune parti del corpo, può dare luogo a lesioni cutanee. Con la bella stagione e la propensione del cane a stare all’aria aperta, poi, le ferite tendono a infettarsi e ci vuole tempo perché possano rimarginarsi.

Il tuo veterinario può aiutarti

Le allergie negli animali sono delle reazioni eccessive del sistema immunitario dell’organismo, che vengono scatenate dagli allergeni: sostanze presenti nell’aria (come pollini, polvere, muffe, spore ecc…), che provocano ritinte, asma e febbre da fieno. Prima di correre a rimedi fai da te, o di somministrare al cane gli antiparassitari, nel sospetto che il vostro amico a quattro zampe sia vittima di un ospite indesiderato, è meglio consultare un veterinario. Anche per i pet, infatti, sono disponibili cure e trattamenti preventivi, che li proteggono dalle allergie di stagione, ma se il tuo cane ne è soggetto, non c’è una terapia del tutto risolutiva.

L’app mobile contro le allergie

Come già per altri problemi, anche in questo caso, la tecnologia ci viene incontro per aiutarci a capire come alleviare gli insopportabili fastidi che gli allergeni causano a noi e ai nostri pelosi. Non essendoci delle cure che bloccano definitivamente le allergie, stagionali e non, dobbiamo cercare di non sottovalutare l’importanza della prevenzione e conoscere noi stessi e ciò che respiriamo. A questo proposito si è pronunciatoil Frances Coates of Aerobiology Laboratories, la compagnia di analisi professionali di pollini e muffe/spore, che afferma:

“Uno delle cose migliori da fare per evitare di imbattersi negli agenti scatenanti delle allergie, è conoscere cosa c’è nell’aria che respiriamo”.

Proprio per questa ragione, la compagnia dell’Ontario, ha deciso di creare delle applicazioni per dispositivi mobile che siano di supporto alla salute dei soggetti che soffrono di allergia. Le applicazioni lanciate sul mercato sono due, una è pensata per le persone, mentre l’altra è apposita per i pet. Nella pagina del sito dedicata alla descrizione delle app, si legge:

“Quando i soggetti allergici sanno quali sostanze sono presenti nell’aria, riescono con più facilità a prepararsi per minimizzare gli effetti dei pollini e delle spore su di loro e sui loro animali domestici che soffrono di allergia stagionale.”

Grazie a questa invenzione, dunque è possibile fare delle previsioni sugli agenti scatenanti delle allergie, in quanto, una volta scaricata l’app, disponibile sia sullo store di iTunes che su Google Play, è possibile personalizzarla indicando i disturbi percepiti. Tra le tantissime cose che potrai fare, l’applicazione permette anche di:

  • ricevere previsioni giornaliere sui pollini maggiormente presenti nell’aria;
  • dare ipotesi dettagliate sulle allergia di cui potresti soffrire tu, o il tuo cane;
  • segnalare i sintomi e leggere le possibili medicazioni e i dati riguardanti la storia della tua allergia di mese in mese;
  • vedere con i toui occhi la percentuale sommaria di pollini nel luogo in cui ti trovi.

Conoscere quali sono i fattori che creano maggior disagio nel tuo peloso allergico è il primo passo per aiutarlo ad affrontare la stagione dei pollini.

 

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti

Cane sul letto. Si o no?

È un momento di sana condivisione che spetta a noi sce...

cane-incinta

Come capire se il cane è incinta?

Capire se il cane è incinta non è sempre così semplice...

Coccole sì, ma non troppe

I gatti sono imprevedibili, sornioni, coccoloni, imper...

7 modi per dirti ti amo

Molti ancora non ci credono eppure non c’è alcuna ombra...

Fa la pipì sul divano? Puliscila così

Il gatto fa la pipì sul divano! Putroppo può succedere...

Quattro Zampe su Instagram