Pubblicità

Se il gatto rovina il divano…

di Claudia Taccani

Chi paga i danni se siamo in affitto in una casa?

Abbiamo più volte ricordato che il codice civile prevede il divieto di “vietare la detenzione di animali in condominio” riconoscendo, in tal modo, il diritto a vivere con il nostro amato pet. Ma nel contratto di locazione come funziona? In questo caso è la volontà delle parti a prevalere e, pertanto, il nostro proprietario di casa, non volendo animali, potrebbe far inserire il divieto nel contratto. Per questo motivo e per quieto vivere è importante sempre leggere prima di firmare il contratto che ci viene sottoposto e far modificare o cancellare eventuali clausole di dubbio contenuto. In caso di contestazione, infatti, non rimane che rinunciare alla casa presa in affitto o procedere per le vie legali.

La giurisprudenza, per il momento, richiamando quanto affermatosi a livello comunitario in merito al riconoscimento di una maggiore sensibilità e valorizzazione del rapporto uomo-animale, ritiene inefficace una clausola, inserita in contratto, che vieta la detenzione di un animale…

Articolo pubblicato su Quattro Zampe novembre 2020

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 36,00 €